Da oggi il Settore Agroalimentare Avicolo e Cunicolo si incontra alla Fiera di Forlì: inizia la 46° FierAvicola

Da oggi il Settore Agroalimentare Avicolo e Cunicolo si incontra alla Fiera di Forlì: inizia la 46° FierAvicola

Il settore avicolo e cunicolo, una delle eccellenze del comparto agro-alimentare nazionale che ha il cuore proprio in Romagna (dove si attesta circa il 28% della produzione nazionale), al momento
sembra essere una delle mosche bianche in uno scenario economico generale per nulla roseo. E’ con queste premesse che domani si apriranno i battenti della 46esima edizione di FierAvicola in
programma fino a sabato. Il taglio del nastro sarà affidato a Vasco Errani, presidente della Regione Emilia Romagna che domani alle 15,30 avvierà ufficialmente i lavori del Salone
internazionale.

Il comparto avicolo e cunicolo nel 2008 ha registrato un aumento dei ricavi del 7% ed oggi è alle prese con una serie di novità che riguardano innanzitutto i nuovi soggetti
economici internazionali, che soprattutto rappresentano un interessante bacino per l’esportazione di attrezzature ed impianti di ultima generazione che all’estero sono ancora pressoché
sconosciuti e che permettono di raggiungere un’elevata produttività.

Buyer ed operatori provenienti da Russia, Bielorussia, Ucraina, Kazakistan ed altri paesi dell’Europa orientale e dal bacino del Nord Mediterraneo saranno presenti a FierAvicola. Attraverso
progetti di internazionalizzazione portati avanti attraverso le camere di commercio locali e delle singole nazioni, la Fiera di Forlì quest’anno ha ricevuto fondi dall’Istituto per il
Commercio Estero attraverso la regione Emilia Romagna, per favorire l’incontro della domanda, rappresentata dagli operatori stranieri con l’offerta, nello specifico degli espositori italiani
presenti al Salone internazionale di Forlì e rendere FierAvicola un’occasione commerciale strategica per gli operatori.

La manifestazione, organizzata dalla Fiera di Forlì in collaborazione con il Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali e con la Regione Emilia Romagna, ospiterà
oltre 250 espositori dell’intero comparto avicunicolo: dagli allevatori alle aziende specializzate in impianti e attrezzature per l’allevamento, la macellazione, la trasformazione ed il
confezionamento, comprendendo l’intero indotto del settore. E ancora, produttori di uova e mangimi, aziende di lavorazione delle carni, di prodotti veterinari e farmaceutici per animali.

Significativa è inoltre la crescente presenza di aziende che operano nell’ambito della produzione di energia da biomasse, in particolare, derivanti dalla pollina, che anche alla luce della
nuova normativa riguardante i nitrati, necessita di una regolamentazione a tutela sia degli operatori che dei cittadini e consumatori. Proprio del tema «pollina» si parlerà
infatti venerdì pomeriggio dalle ore 14,30 nella Sala Goberti della Fiera, nel corso del convegno tematico in cui interverranno anche l’Assessore all’agricoltura dell’Emilia Romagna,
Tiberio Rabboni e quello alle Politiche agro-alimentari di Forlì-Cesena, Gianluca Bagnara.

In programma domani ci sono, tra gli altri, il convegno della Società Italiana Patologia Aviare, con una sessione internazionale dedicata ai temi più specificatamente scientifici
della zootecnia avicola e cunicola; inoltre l’assemblea della World Poultry Scienze Association che si svolgerà nella mattinata di domani.

Completano il programma di domani anche alcuni appuntamenti relativi al settore cunicolo, tra cui si segnalano le Giornate nazionali di Coniglicultura, che prenderanno il via alle 14,30 con una
tavola rotonda sulla biosicurezza ed il benessere degli allevamenti.

Riflettori accesi quest’anno anche sul valore della comunicazione per l’intera filiera e su come questa contribuisca ad affermare il posizionamento di un prodotto o di un servizio evidenziandone
i plus, creando un reale valore aggiunto per l’azienda. Il Forum della qualità della Comunicazione agro-alimentare si svolgerà sabato 4 aprile dalle 10 e sarà trasmesso in
diretta televisiva sul circuito di Tele1: l’evento presenterà un appuntamento annuale che si propone di fare il punto sullo stato del settore, alla luce dei bisogni di comunicazione delle
aziende e di quelli di informazione dei destinatari, dei consumatori, e più in generale di tutti i soggetti coinvolti nei vari aspetti produttivi.

Leggi Anche
Scrivi un commento