Coldiretti: il maltempo fa saltare le semine del grano

 

Il maltempo fa saltare le semine per il grano destinato alla pasta Made in Italy con un calo degli investimenti destinato a raggiungere, e probabilmente superare, il 20 per cento
rispetto allo scorso anno. E’ quanto stima la Coldiretti nel sottolineare che a causa degli allagamenti i terreni sono risultati inaccessibili per le necessarie operazioni colturali.

Le rilevanti precipitazioni del mese di gennaio fanno seguito infatti – sottolinea la Coldiretti – ad un dicembre particolarmente piovoso che si è posizionato al sesto posto
nella classica dei mesi di dicembre con piu’ elevate precipitazioni degli ultimi due secoli, secondo l’ Isac-Cnr.

In alcune aree dove è già stato seminato le piogge torrenziali – precisa la Coldiretti – stanno peraltro determinando asfissia radicale con l’impossibilità di
riseminare a causa degli allagamenti. Ad ostacolare la coltivazione oltre alle vicende atmosferiche avverse c’è stata anche l’incertezza sulle quotazioni dei prezzi di
mercato che sono dimezzati rispetto allo scorso anno.

A questo punto – osserva la Coldiretti – anche se la situazione è disomogenea nelle diverse regioni del territorio, un sostanziale calo della produzione di grano Made in Italy
rispetto allo scorso anno, è più che prevedibile.

Rispetto allo scorso anno, in relazione al grano tenero del nord, si stima che siano stati seminati circa 2/3 dei terreni mentre per quello duro al sud Italia (Puglia, Sicilia in
particolare) siamo intorno al 70 per cento e nel Centro si raggiunge a fatica il 50 per cento con valori addirittura del 10 per cento nell’alto Lazio e in Maremma.

 

Leggi Anche
Scrivi un commento