Case popolari laziali

Roma, 8 Ottobre 2007 – Nella prossima riunione, prevista per venerdì, la Giunta Regionale adotterà i provvedimenti per modificare le distorsione indotte dai meccanismi
della Legge Regionale in vigore in merito alla vendita delle case popolari.

Il provvedimento, in particolare, è finalizzato a evitare la svendita degli appartamenti nelle zone di pregio.

La riunione tecnica voluta dal presidente della Giunta Piero Marrazzo, in piena sintonia con l’assessore alla casa Bruno Astorre, ha stabilito l’adozione di due delibere.

La prima dispone il blocco delle vendite delle case Ater nelle zone di pregio.

Il secondo atto invece dispone modifiche alla legge regionale.

Nel futuro le abitazioni Ater nelle zone di pregio saranno vendute al prezzo massimo stabilito dall’art.48 della Legge, senza però l’applicazione degli sconti previste, nel caso
l’acquirente non abbia un reddito complessivo superiore a quello previsto per la decadenza dall’assegnazione. Per chi supera il limite di reddito invece la cessione verrà fatta in base
al prezzo di mercato.

Leggi Anche
Scrivi un commento