Canoni demaniali. Paolini: «contrari ad aumento indiscriminato»

Pescara – «Ribadiamo la contrarietà all’aumento indiscriminato dei canoni demaniali e rimaniamo mobilitati con le categorie produttive, per ottenere dal Governo una modifica
che riporti a livelli possibili i canoni stessi» lo afferma in una nota il vicepresidente della Giunta regionale, con delega al Turismo, Enrico Paolini che, per precedenti impegni, non
potrà partecipare domani mattina alla manifestazione organizzata dai balneatori, contro l’aumento dei canoni demaniali.

Nella nota, Paolini ricorda che il Coordinamento delle regioni ha chiesto al Governo «un intervento normativo correttivo delle disposizioni legislative di cui alla Legge Finanziaria 2007,
che eviti le evidenti disparità tra i concessionari in quanto, per le pertinenze demaniali, si arriva ad aumenti ingiustificati tra l’800 e il 1000%». Le Regioni, come ha spiegato
il Vicepresidente – hanno anche chiesto un tavolo di trattativa con il Governo per stabilire con le Associazioni di categoria i nuovi criteri di determinazione del canone, senza però
ottenere l’approvazione delle modifiche alla Finanziaria 2008. «Il Coordinamento turismo, da me diretto? Conclude nella nota Paolini – ribadisce il dissenso dalla norma attuale, che
prevede aumenti considerevoli esclusivamente per i manufatti commerciali che sono di pertinenza demaniale».

Leggi Anche
Scrivi un commento