Cancro al seno, le crucifere aumentano la sopravvivenza

Cancro al seno, le crucifere aumentano la sopravvivenza

Le donne colpite da cancro al seno dovrebbero consumare cruficere. Broccoli e cavoli aumentano il tasso di sopravvivenza e riducono le morti causate dalla malattia.

E’ il messaggio presente in una ricerca della Vanderbilt University (Nashville, USA), diretta dalla dottoressa Sara Nechuta.

Il team della Vanderbilt ha lavorato con 5000 donne, tutte malata di cancro al seno, esaminando salute ed alimentazione. Durante il periodo di controllo, 587 volontarie sono decedute, di cui
496 per la neoplasia.

Inoltre, le indagini dei ricercatori hanno mostrato il peso dell’alimentazione. Le volontarie che consumavano buone dosi di crucifere riduceva il rischio di morte, sia per cancro al seno (da
-22 a -62%) sia per altre cause (da -27 a -62%).

Questo perchè, spiegano i ricercatori, le crucifere sono ricche di sostanze benefiche anticancro.

Infine, ogni etnia prediligeva le proprie crucifere. Le donne occidentali si orientavano verso i cavoletti di Bruxelles, mentre le orientali amavano i germogli ed il Bok choy, un tipo di cavolo
cinese.

FONTE: “Eating cruciferous vegetables may improve breast cancer survival”, Vanderbilt University Medical Center,  3/04/ 012

Matteo Clerici

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore, la redazione e la proprietà, non
necessariamente avallano il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti
accreditate e/o aventi titolo.

Leggi Anche
Scrivi un commento