Broccoli, cavoli e verze: tutti assieme contro l’artrite

Broccoli, cavoli e verze: tutti assieme contro l’artrite

Broccoli, cavoli e verze ed, in generale, tutti i vegetali della famiglia delle crucifere, possono essere impiegano per rallentare e limitare la progressione dell’osteoartrite.

E’ l’ipotesi al vaglio di una ricerca dell’University of East Anglia (Regno Unito) diretta dal professor Ian Clark.

Il progetto (che durerà tre anni) ha come bersaglio, l’osteoartrite, forma più comune di artrite. Tale malattia è un disturbo degenerativo che causa il logoramento
progressivo della di cartilagine delle articolazioni, di mani, piedi, schiena e ginocchia. Aggiunge inoltre Clark: ” In una popolazione che invecchia lo sviluppo di nuove strategie per
combattere le malattie legate all’età come l’osteoartrite è di vitale importanza per migliorare la qualità della vita dei pazienti, ma anche anche per ridurre l’onere
economico per la società”.

Così gli scienziati stanno prendendo in esame diversi alimenti potenzialmente utili.

Al primo posto, le già citate crucifere. Secondo il team dell’East Anglia, tali vegetali conterrebbero buoni livelli di sulforafano, composto capace di bloccare gli enzimi che provocano
l’osteoartrite.

Speranze anche al disolfuro di diallile che si si trova in elevate quantità nell’aglio.

Fonte: “Eating broccoli could guard against arthritis”, EurekAlert 15/09/010

Matteo Clerici

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore, la redazione e la proprietà, non
necessariamente avallano il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti
accreditate e/o aventi titolo.

Leggi Anche
Scrivi un commento