Autotrasportatori: riduzioni e rimborsi dei pedaggi autostradali effettuati nel 2007

Sul Supplemento Ordinario n. 139 alla G.U. n. 123 del 27 maggio 2008 è stata pubblicata la deliberazione n. 9 del 7 maggio 2008 con cui il Ministero dei trasporti ha fornito disposizioni
in merito alla riduzione compensata dei pedaggi autostradali per i transiti effettuati nell’anno 2007 ed al rimborso della quota pedaggio posta a carico degli autotrasportatori per i transiti
deviati obbligatoriamente.
La delibera, in particolare, prevede che dal 1° gennaio al 31 dicembre 2007 i pedaggi autostradali per i veicoli Euro 2, Euro 3, Euro 4 o superiori, appartenenti alle classi B 3, 4 e 5,
adibiti a svolgere servizi di autotrasporto di cose in disponibilità delle imprese, siano soggetti ad una riduzione compensata e commisurata al volume del fatturato annuale in
pedaggi.
Inoltre i pedaggi autostradali per i suddetti veicoli in disponibilità alle imprese, alle cooperative, ai consorzi ed alle società consortili che hanno realizzato almeno il 10%
del fatturato aziendale di pedaggi nelle ore notturne (con ingresso in autostrada dopo le ore 22,00 ed entro le ore 02,00, ovvero uscita dopo le ore 02,00 e prima delle ore 06,00), sono
soggetti ad una ulteriore riduzione compensata e commisurata al volume del fatturato annuale in pedaggi effettuati nelle suddette ore notturne.
Tali riduzioni compensate sono concesse esclusivamente per i pedaggi a riscossione differita mediante fatturazione, e vengono applicate da ciascuna società che gestisce i sistemi di
pagamento differito del pedaggio, sulle fatture intestate ai soggetti aventi titolo alla riduzione.
Le riduzioni compensate dei pedaggi autostradali, inoltre, possono essere richieste:
a) dalle imprese che, al 31 dicembre 2006 o nel corso del 2007, risultavano iscritte all’Albo nazionale delle persone fisiche e giuridiche che esercitano l’autotrasporto di cose per conto di
terzi;
b) dalle cooperative aventi i requisiti mutualistici di cui all’art. 26 del decreto legislativo del Capo provvisorio dello Stato 14 dicembre 1947, n. 1577, e successive modificazioni,
c) dai consorzi ed alle società consortili costituiti a norma del Libro V, titolo X, capo I, sez. II e II-bis del codice civile, aventi nell’oggetto l’attività di autotrasporto,
iscritti al suddetto Albo nazionale alla data del 31 dicembre 2006 ovvero durante il 2007. Invece le imprese, le cooperative, i consorzi e le società consortili iscritte all’Albo
nazionale dopo il 1° gennaio 2007, possono richiedere le riduzioni per i viaggi effettuati l’iscrizione;
d) dalle imprese di autotrasporto di merci per conto di terzi ed ai raggruppamenti aventi sede in uno dei Paesi dell’Unione europea che, alla data del 31 dicembre 2006 o nel corso del 2007,
risultavano titolari di licenza comunitaria rilasciata ai sensi del regolamento CE 881/92 del 26 marzo 1992;
e) dalle imprese e dai raggruppamenti aventi sede in Italia esercenti attività di autotrasporto in conto proprio che, alla data del 31 dicembre 2006, risultavano titolari di apposita
licenza in conto proprio di cui all’art. 32 della legge n. 298 del 6 giugno 1974 ed alle imprese ed ai raggruppamenti aventi sede in altro Paese dell’Unione europea, che esercitano
l’attività’di autotrasporto in conto proprio.

Deliberazione n. 9 del 7 maggio 2008 del Ministero dei trasporti

Leggi Anche
Scrivi un commento