Auto, tornano gli incentivi alla rottamazione

Tornano gli incentivi alla rottamazione, con estensione anche per le automobili «Euro 2», lo ha deciso oggi il Consiglio dei Ministri inserendo il provvedimento nel cosiddetto
«decreto milleproroghe», i contributi saranno estesi a tutte le auto immatricolate prima del 1 gennaio 1997 e coinvolgeranno quindi circa 10 milioni di vetture circolanti.

Queste, nel dettaglio, le agevolazioni:

– chi rottama una vecchia auto acquistandone una Euro 4 godrà di un incentivo di 700 euro più un anno di bollo gratis (tre rottamando una «Euro 0«);

– chi rottama due auto avrà 1200 euro di contributo statale per l’acquisto di una vettura nuova;

– chi rottamerà senza acquistare una nuova auto avrà in cambio 150 euro di contributo e tre anni di abbonamento gratuito ai mezzi pubblici o, in alternativa, 800 euro da spendere
in car-sharing.

Il Provvedimento prevede, inoltre, agevolazioni per l’acquisto di automobili a basso tasso di inquinamento (elettriche o ibride) e per l’installazione di impianti gpl (350 euro) e metano (500
euro).

Secondo il ministro dello Sviluppo economico Pierluigi Bersani le misure «completano le scelte già fatte nella Finanziaria di quest’anno, saldando gli obiettivi ambientali con
quelli di tutela ambientale, qualificazione dei consumi, stimolo alla crescita e all’occupazione». Soddisfatto anche il Ministro per l’Ambiente Alfonso Pecoraro Scanio, che ricorda::
«E’ noto che siamo contrari alla vecchia rottamazione, perché in passato è servita solo ad aumentare il numero delle auto circolanti. Con questi nuovi criteri, tuttavia, il
discorso cambia e ci saranno benefici anche per l’ambiente»

Leggi Anche
Scrivi un commento