Alitalia: «le dichiarazioni di Air-France sono preoccupanti»

Varese – Il Presidente della Provincia di Varese Marco Reguzzoni interviene in merito alle dichiarazioni di Jean Cyril Spinetta, presidente e amministratore delegato di Air France,
apparse su Repubblica di domenica 16 dicembre 2007: «Sono esterrefatto – ha dichiarato Reguzzoni – per le dichiarazioni del presidente di Air France, soprattutto in merito alla vicenda
della compagnia Volare».

Spinetta, infatti, alla domanda di Lucio Cillis riguardante il nodo cruciale degli esuberi, ha sostenuto che «saranno circa un migliaio. O al massimo 1.700 se consideriamo Volare».
Numeri che preoccupano Reguzzoni: «Annunciando circa mille licenziamenti, che salgono a 1.700 se si considera Volare, significa che Air France intende liquidare e chiudere la compagnia
aerea. Si tratterebbe di un fatto gravissimo se il Governo italiano, dopo essere intervenuto a sostegno del Gruppo Volare e aver evitato il fallimento, oggi acconsentisse a una liquidazione
della compagnia aerea».

Reguzzoni ha poi manifestato l’intenzione di non fermarsi: «Sono sceso in campo al fianco dei lavoratori quando c’eravamo noi al governo, figuriamoci se mi fermo adesso. Ai tempi
però, fortunatamente, avevamo un ministro attento ai bisogni di Malpensa come Roberto Maroni. Oggi invece abbiamo un Governo che non ci degna di alcuna considerazione. Mi preoccupa poi
che neppure dalla cordata di Air One giungano segnali decisi nei confronti di Malpensa e non posso nascondere che queste dichiarazioni di Air France creano un’enorme preoccupazione». Dal
Presidente della Provincia di Varese, che ribadisce l’importanza di Malpensa per tutto il sistema economico della Varesotto, arriva infine anche un appello: «Mi rivolgo a tutte le
associazioni di categoria e ai sindacati chiedendo loro di vigilare in maniera attenta sui prossimi passi del Governo italiano».

Leggi Anche
Scrivi un commento