AgriMach: Macfrut “va” in India

AgriMach: Macfrut “va” in India

L’India è il secondo produttore al mondo di frutta e verdura, ma solo il 2% del prodotto viene trasformato. Di qui la necessità di aumentare
le strutture e le attrezzature di lavorazione. Una risposta a tale necessità verrà anche dalla trasferta che MACFRUT effettuerà dall’8 al 10 dicembre a Nuova Delhi, per
partecipare a EIMA AgriMach India 2011. La trasferta è stata preparata con varie “tappe”, recependo le richieste e le indicazioni che sono venute
sia dalle imprese italiane del settore sia da quelle indiane, che hanno partecipato alle ultime edizioni di Macfrut.

«Una delle mission di Macfrut è creare le condizioni per incrementare la capacità di internazionalizzazione delle nostre imprese. E in questo siamo stati lungimiranti, alla
luce del fatto che l’ICE non supporta più le aziende all’estero. Nello specifico dell’India, abbiamo intrapreso da tempo un percorso articolato -sostiene Domenico Scarpellini, Presidente
di Macfrut- incontrando le istituzioni indiane. Addirittura l’Ambasciatore in Italia, Shri Debabrata Saha, è venuto in visita ufficiale per analizzare le nostre strutture fieristiche ed
organizzative. Inoltre, abbiamo stretto una join venture con Unacoma, assumendoci, in occasione della rassegna di Nuova Delhi, il compito di coordinare il comparto dell’ortofrutticoltura. In
questo un prezioso apporto è venuto dalla Regione Emilia Romagna e dall’Assessore Muzzarelli».

AgriMach è la rassegna che si rivolge ad una parte importante dell’estremo oriente, e soprattutto all’India, dove esistono oltre 100 milioni di consumatori con capacità di spesa
“europea” e circa 200 – 300 milioni di mercato “intermedio”.

Va detto che la richiesta di attrezzature e macchinari è diffusa anche negli altri comparti dell’agricoltura del Paese del Gange. Il mercato indiano delle macchine agricole ha avuto un
fatturato totale di 2,8 miliardi di dollari nel 2010, pari a un tasso di crescita annuale composto (CAGR) dell’ 8,6% per il periodo 2006-2010, tasso che nel prossimo quinquennio
rallenterà al +6,9%, portando tale mercato sui 4 miliardi (fine del 2015). La trasferta ad EIMA AgriMach, guidata e coordinata dall’Ufficio Estero di Macfrut, avviene con l’usuale
partecipazione di imprese espositrici che porteranno in India il know how italiano del comparto ortofrutticolo, trattandosi di imprese ai vertici dei loro specifici “campi” (Unitec, Consorzio
Cermac, TR Turoni, CM), inoltre, amplierà ed approfondirà scambi e contatti con imprese ed istituzioni indiane per una maggiore presenza all’edizione di Macfrut 2012 (Cesena 26-28
settembre).

Redazione Newsfood.com+WebTv

Leggi Anche
Scrivi un commento