“Ad ogni latitudine”: premiati dall'assessore Piazzai i vincitori del concorso fotografico

Il volto migliore della Tuscia premiato dall’assessore all’Ambiente, Tolmino Piazzai. Il concorso fotografico “Ad ogni latitudine: storia e paesaggi per immagini” ha da ieri i suoi vincitori.
Per la categoria “Fotografi adulti”, questi i classificati dal primo al terzo: Fabio Sabatini (Civetta su albero in autunno), Alberto Mauro Fabi (Lavoro, passione, storia), Stefano Fringuelli
(Cavalli della Maremma laziale). Per la categoria “Giovani fotografi”: Daniele Buzzi (Ultimo inverno), Massimo Fiocchetti (La natura che cerca di riprendersi ciò che l’uomo le aveva
rubato) e Simone Rosi (Pescatore al lavoro con isola Bisentina sullo sfondo). I vincitori sono stati premiati dall’assessore Piazzai con attrezzature fotografiche, stimolo affinché
continuino a immortalare il Viterbese e a farne conoscere le bellezze.

Tre erano le sezioni tematiche previste da bando, tutte riguardanti foto recenti (dal 2006 a oggi) della Tuscia laziale: paesaggio naturale (vedute, scorci, flora e fauna dei boschi, aree
protette, laghi e corsi d’acqua); paesaggio storico-archeologico (vedute e scorci del paesaggio, soggetti di carattere storico-archeologico che dovranno essere inseriti in contesti di interesse
naturalistico); paesaggio antropico (ambienti, testimonianze e mestieri legati al mondo rurale o significativi da un punto di vista etno-antropologico).

“Abbiamo indetto un concorso fotografico di questo tipo – ha detto l’assessore Piazzai – perché servisse da stimolo ai partecipanti per girare la Tuscia alla ricerca delle bellezze
naturali, storico-artistiche e delle testimonianze di tradizioni locali. Che poi gli scatti più belli siano stati esposti in questi giorni nelle sale di palazzo Doria Phampilij e
premiati nell’ambito di Ambientarti è un’ulteriore testimonianza di come l’arte possa diventare strumento per sensibilizzare i cittadini alla tutela dell’ambiente e alla riscoperta delle
tradizioni”.

Leggi Anche
Scrivi un commento