250.000 Euro: il vino di Alain Delon venduto all’asta

250.000 Euro: il vino di Alain Delon venduto all’asta

“Rocco e i suoi fratelli”, “Parigi brucia?” e “Frank Costello faccia d’angelo”.

Per alcuni, Alain Delon è un mito, incarnazione perfetta di un mondo di fascino, eleganza, personalità, tanto da essersi guadagnato il titolo di “Brigitte Bardot maschio”.

E per entrare in tale mondo, per avere un ricordo del mito, qualcuno è disposto a spendere molto, fino a 250.000 Euro.

Questa la cifra sborsata da Dong Guo, vincitore dell’asta per l’intera cantina di liquori dell’attore-regista, tenutasi all’Hotel Fouquet, a Parigi.

Mille le bottiglie ottenute, tra cui un pezzo di assoluto valore, il cognac “L’Arte de Martell”. Da non dimenticare poi i comprimari di lusso: 12 bottiglie di Petrus 1972, contenitori di
Bisquit Dubouché 1840, ed una bottiglia di 9 litri di Champagne Besserat de Bellefon 1979. Tutti i pezzi portavano il marchio originale di Deloin, sigillo di possesso originale che ne
aumentava il valore.

Corposa la vittoria, difficile la battaglia, testimoniata dal divario tra pezzo finale ipotizzato e prezzo finale reale, 100.000 contro 250.000 Euro.

Dong Go è riuscito a primeggiare dopo una contesa lunga, che ha visto impegnati più di 200 personaggi facoltosi, provenienti da Cina, America ed Europa.

FONTE: Marcel Michelson, “Chinese buyer outbids most for wines of Alain Delon”, Reuters, 29/11/011

Matteo Clerici

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore, la redazione e la proprietà, non
necessariamente avallano il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti
accreditate e/o aventi titolo.

Leggi Anche
Scrivi un commento