Vigneto San Vito per l'arte

Due le passioni di Federico Orsi, giovane proprietario, assieme alla moglie Carola, di Vigneto San Vito: l’amore per il vino di qualità e l’ammirazione per l’arte, piacere e cultura,
dunque, gusto e bellezza, sapori e saperi che, da passione privata, si traducono nella filosofia aziendale del dinamico Vigneto, risultato dell’entusiasmo del giovane personale da un lato e del
rispetto della tradizione della zona di produzione dall’altro.

Le vigne di San Vito si adagiano sui dolci pendii dei Colli Bolognesi, area di origine di vini doc che, benché caratterizzati da altissime potenzialità, non risulta essere
particolarmente conosciuta a livello internazionale. Da qui parte la scommessa di Federico e Carola: trasformare una passione in realtà di produzione, valorizzare la tipicità
rendendo alla terra il suo vino autoctono, ricercare una qualità che permetta a un prodotto antico e apprezzato in loco di varcare i confini regionali e nazionali. Tutto ciò
donando nuova linfa ad una storica tenuta conosciuta già dagli anni Sessanta.
Oggi, dopo soli due anni di attività, i due giovani ispiratori del nuovo corso di Vigneto San Vito (www.vignetosanvito.it)
possono dirsi felici del percorso intrapreso: la produzione è particolarmente ricca e articolata, la spinta all’innovazione si è tradotta nella proficua sperimentazione di metodi
di coltivazione, i vini che ne risultano sono conosciuti a livello internazionale, dagli Stati Uniti al Giappone. Un’attenzione al prodotto che, nel corso del tempo, ha cominciato a trasferirsi
anche al suo contenitore, permettendo finalmente a Federico e a Carola di conciliare anche concretamente le due passioni che li animano.

La contaminazione tra vista e gusto ha già avuto un primo risultato nella splendida etichetta realizzata in esclusiva da Tatsunori Kano per la vendemmia 2006 del prodotto principe del
territorio bolognese, il Pignoletto Superiore. Prodotto in tiratura limitata e simbolicamente affidato ad un artista giapponese proprio in omaggio alla volontà di internazionalizzazione
dell’azienda, quest’ultimo si distingue non solo per l’esclusivo e raffinato packaging, ma anche per la particolare scelta dell’uvaggio.
Questo stesso intreccio tra bellezza e piacere del palato continuerà anche in occasione della mostra «Fotoartisti d’Italia 1967-2007», durante la quale Vigneto San Vito,
partner di Visionnaire, disporrà di un taste-corner all’interno del suggestivo show room, dedicato alla degustazione.

Leggi Anche
Scrivi un commento