Valanghe, Codacons: «pericolo forte su tutto l'arco alpino»

Le valanghe che si stanno abbattendo sulle montagne italiane, e l’allarme lanciato dal servizio Meteomont, che assegna il grado 4 (pericolo forte) praticamente a tutte le regioni del Nord,
impongono l’adozione di misure urgenti per evitare il ripetersi di incidenti che, come dimostrato in queste ore, possono trasformarsi in tragedie.

«Chiediamo al Corpo Forestale dello Stato, al Ministro Linda Lanzillotta e al Ministro delle Politiche agricole e forestali Paolo De Castro, da cui il Corpo dipende, di stilare entro 24
ore l’elenco completo delle piste da sci che, direttamente o indirettamente, possono essere soggette a valanghe, e disporne la chiusura provvisoria fino a che non sarà terminata
l’emergenza. Non basta sconsigliare le escursioni fuoripista – afferma il Presidente Codacons, Carlo Rienzi – ma occorre adottare provvedimenti anche drastici per evitare che le pessime
condizioni della neve possano mettere in pericolo l’incolumità dei cittadini».

Leggi Anche
Scrivi un commento