Uno Sportello Arcobaleno per aiutare gli extracomunitari

Dal prossimo 25 febbraio verranno aperti 17 punti informativi in tutta Italia per aiutare i cittadini extracomunitari regolarmente presenti sul territorio nazionale a ricevere tutte le
informazioni in merito ai propri doveri, ma anche la lavoro, alla casa, al sistema di tutele previsto, ai benefici, alle possibilità che lo Stato italiano riserva loro.

L’apertura dei punti informativi rientra nel progetto denominato Sportello Arcobaleno realizzato dal Movimento Difesa del Cittadino e dal Movimento Consumatori, grazie ai finanziamento del
Ministero delle della solidarietà sociale.

Si tratta di un’iniziativa importante, che fornirà un aiuto concreto agli stranieri che spesso sono vittima delle barriere linguistiche o culturali e che necessitano di conoscere il
sistema e le disposizioni che regolano il Paese in cui si sono trasferiti: “I lavoratori migranti nel nostro Paese devono essere aiutati a superare ostacoli (come la lingua, leggi e modelli di
vita diversi dai loro) facilitando il loro pieno inserimento nella vita quotidiana – ha spiegato il presidente Movimento Difesa del Cittadino, Antonio Longo – Non si tratta soltanto dei piani
economico, culturale e sociale, ma anche di una quotidianità fatta di bollette, banche, assicurazioni, reclami in caso di disservizi e dei mille e mille problemi che, già pesanti
per un cittadino italiano, lo sono ancora di più per un cittadino extracomunitario”.

Dal 25 febbraio, dunque, i 17 punti informativi saranno aperti nelle sedi del Movimento Difesa del Cittadino e del Movimento Consumatori presenti su tutto il territorio nazionale, verranno
predisposti strumenti idonei a fornire assistenza ed informazioni (quali un vademecum redatto in lingue diverse), sarà attivato un numero verde dedicato al servizio (800 912 637) e
sarà on line il sito http://www.sportelloarcobaleno.it.

Leggi Anche
Scrivi un commento