Una «Rete» lombarda per prevenire le dipendenze

Milano – La Giunta regionale ha deciso, su proposta dell’assessore alla Famiglia e Solidarietà sociale Gian Carlo Abelli, di assegnare a ciascuna delle 15 ASL lombarde un
finanziamento di 20mila euro perché, coordinandosi, possano dare vita ad interventi e azioni comuni nel campo della prevenzione delle diverse forme di dipendenza.

All’ASL della città di Milano, quale ente capofila di questa «rete» regionale e per la sua attività di coordinamento, viene invece assegnato un contributo di 129.500
euro.

Obiettivo di questo programma è diffondere e dare applicazione alle «Linee Guida regionali di prevenzione delle diverse forme di dipendenza nella popolazione preadolescenzile e
adolescenziale», approvate recentemente dalla Giunta.

Con queste «Linee Guida» la Regione ha voluto dare uniformità all’azione di tutti gli enti che operano in questo campo, nella prospettiva di migliorare la qualità dei
servizi offerti.
Riprendendo, aggiornando e adattando alla realtà lombarda le esperienze più interessanti ed efficaci, realizzate negli altri paesi, la Regione intende così indicare le
prassi che si sono dimostrate più efficaci nel contrastare la diffusione di sostanze che danno dipendenza e quelle che invece si sono dimostrate addirittura controproducenti.

Con questa iniziativa, infine, vengono sviluppati il ruolo e la funzione del Dipartimento Dipendenze, che fungerà da anello di congiunzione tra i diversi attori con la creazione al suo
interno di uno specifico gruppo di lavoro tecnico.

Leggi Anche
Scrivi un commento