Una possibile cura per la epidermolisi bollosa distrofica recessiva

Gli scienziati dell’Università del Minnesota hanno aperto la strada a una nuova terapia per la cura di una forma gravissima di malattia genetica della pelle – la epidermolisi bollosa
distrofica recessiva – attraverso il trapianto di cellule staminali del cordone e del midollo spinale.

La epidermolisi bullosa distrofica recessiva è una malattia che rende la pelle estremamente delicata a causa della totale mancanza di collagene di tipo VII. La mancanza di questa
sostanza ha ripercussioni anche sul tratto intestinale dei bambini con conseguenze gravi sulla loro capacità di assorbimento del cibo.

«Fino a ieri – fanno sapere gli scienziati americani – non esisteva alcuna terapia per questo tipo di malattia». Oggi, grazie al trapianto a cui è stato sottoposto
nell’ottobre del 2007, un piccolo paziente del Minnesota Children’s Hospital vede i propri tessuti rigenerarsi lentamente. Giorno dopo giorno il livello di collagene di tipo VII ha messo in
mostra un incremento e le cellule staminali hanno cominciato ad attecchire ai tessuti del bambino in modo stabile.

Leggi Anche
Scrivi un commento