Un milanese su due fa la spesa intelligente

Un milanese su due fa la spesa intelligente

Milano – Ben metà dei milanesi possiede un quoziente di spesa intelligente molto alto. Questo è il risultato del test sullo shopping QI
condotto da Visa Europe nell’ambito dell’iniziativa “La Spesa Intelligente Visa”.

Attento al prezzo, il consumatore milanese tende a non lasciarsi tentare da acquisti impulsivi e si guarda in giro per confrontare i prezzi e assicurarsi la migliore offerta. Forse complice la
difficile congiuntura economica, il 46% cerca di spendere il meno possibile, uno su due confronta i prezzi, il 46% si attiene al budget stabilito e ben il 57% ricerca prodotti in promozione.
Non manca però la voglia di sperimentare nuovi prodotti dichiarata dal 49% degli intervistati.

Alle prese con la spesa mediamente più di una volta a settimana, i milanesi chiamati a scegliere i fattori che maggiormente li infastidiscono, hanno manifestato avversione per le code
(37%), per l’affollamento del punto vendita (22%), per l’attesa delle persone che contano il resto alla cassa (14%). Quest’ultimo dato è sorprendente considerando che dall’analisi dei
metodi di pagamento maggiormente utilizzati per le spese di tutti i giorni, i contanti sono nettamente in testa (82%), seguiti dalla carta di credito (44%) e dal bancomat (30%). Tuttavia circa
10% degli intervistati considerano un fattore di disturbo il fatto di dover pagare in contanti.

Le carte di credito sono maggiormente impiegate per gli acquisti presso i supermercati e nei centri commerciali (51%), per acquisto vestiti (53%), presso le agenzie viaggi (52%) 
ristoranti e pizzerie (46%) e per le ricariche del cellulare (42%). I contanti sono principalmente utilizzati presso edicole (83%), tabaccherie (56%) e nelle farmacie (47%). Interessante notare
che per l’acquisto di biglietti per eventi sportivi le carte di credito vengono utilizzate nel 41% dei casi vs. 27% contanti, mentre per acquistare i biglietti del cinema o di concerti o
spettacoli viene privilegiato il contante nel 45% dei casi vs. 34% carte di credito. Il sondaggio inoltre rivela che il milanese privilegia il pagamento con carta di credito presso i pedaggi
autostradali – circa un milanese su due – confermando così l’avversione alle code dei cittadini meneghini.

Allo shopper milanese infine piace fare acquisti online. Ben sei milanesi su dieci fanno shopping su Internet (66%) e di questi la maggior parte si avvale delle carte di credito per i pagamenti
(circa il 50%).

In ultimo, il sondaggio ha analizzato un tema naturalmente caro a Visa, ovvero le ragioni per cui i milanesi possessori di carta di pagamento (65% dei rispondenti) preferiscono la carta di
credito al contante. E qui si scopre che la sicurezza, legata anche al fatto di girare con meno contanti nel portafoglio, rappresenta l’aspetto più apprezzato (45% degli intervistati).
Questioni pratiche come l’occupazione di meno spazio nel portafoglio (16%) e la dilazione del pagamento al mese successivo (13%) sembrano invece essere fattori meno decisivi.

“I risultati del sondaggio confortano il nostro impegno: i pagamenti elettronici stanno diffondendosi nell’area milanese, diventano sempre più pratica quotidiana tra i consumatori
meneghini e vengono maggiormente accolti dagli esercenti della città. Un esempio significativo è dato dagli acquisti effettuati nel negozio sotto casa dove i pagamenti con carte
di credito vengono effettuati dal 37% degli intervistati, di pochi punti percentuali sotto l’utilizzo del contante con circa 40%” – ha commentato Davide Steffanini, Direttore Generale Visa
Europe in Italia. 

“Il cittadino milanese, con uno stile di vita abbastanza frenetico e una forte tendenza a non perdere tempo, trova un valido alleato nella carta di credito che rende l’atto d’acquisto semplice,
veloce e comodo per il consumatore. Inoltre, la buona propensione ad effettuare acquisti online con la carta di credito e la forte attenzione al fattore sicurezza, identificato dai milanesi
come il maggiore beneficio dei pagamenti elettronici, premiano gli sforzi di Visa nella lotta al contante e ci stimolano ad adoperarci sempre più ad allargare la rete di accettazione
delle carte anche in quegli esercizi dove il contante è ancora privilegiato” ha concluso Steffanini.

La ‘Spesa Intelligente Visa‘ ha previsto la presenza di un maggiordomo della Spesa Visa presso due importanti
centri commerciali milanesi per due settimane complessive e la redazione del decalogo della Spesa Intelligente Visa in collaborazione con Alessandro Di Pietro, conduttore di Occhio alla Spesa –
Rai1, per aiutare i consumatori a orientarsi nelle scelte d’acquisto quotidiane.

Visa Europe – In Europa, ci sono oltre 360 milioni di carte Visa di debito, credito e aziendali. Nei 12 mesi conclusisi a giugno 2008, queste carte sono
state utilizzate per effettuare acquisti e prelievi di contante per un valore di oltre €1.300 miliardi. L’11,4% delle spese per i consumi in Europa è effettuato con una carta Visa.

Visa Europe è un’associazione controllata e gestita da 4.600 istituzioni finanziarie socie, che è stata costituita nel luglio 2004. Nell’ottobre 2007 Visa Europe è
diventata indipendente dalla nuova società globale Visa Inc., attraverso una licenza esclusiva, irrevocabile e permanente in Europa.

Essendo un sistema di pagamento dedicato al mercato europeo, Visa Europe è in grado sia di rispondere rapidamente alle specifiche esigenze di mercato delle banche europee e dei loro
clienti – titolari di carte ed esercenti – sia di soddisfare l’obiettivo della Commissione Europea di creare un vero mercato interno dei pagamenti.

Visa è uno dei marchi di pagamento più accettati nel mondo. Inoltre, Visa/Plus è una delle più grandi reti globali di sportelli automatici, offrendo l’accesso al
prelievo contanti nella moneta locale in oltre 170 Paesi.

Per ulteriori informazioni, www.visaitalia.com

Leggi Anche
Scrivi un commento