Treviso: Nasce il Primo Osservatorio Provinciale sui Valori dei Giovani

Un mondo tutto da scoprire, quello dei giovani. Da sempre è stato così. Ecco perché nasce concretamente il primo “Osservatorio Provinciale sui Valori
Giovani”, a supporto dei genitori ma anche delle istituzioni che ogni giorno si confrontano con le politiche giovanili.

Provincia di Treviso, volontariato e banche di credito cooperativo trevigiane in rete per un progetto che nasce in continuità con le attività di analisi del mondo
giovanile sviluppate negli ultimi due anni sul territorio, che hanno prodotto diverse ricerche a tema: “I figli del benessere”, “I giovani e il lavoro”, “I
giovani e la famiglia” finanziate da 6 banche di credito cooperativo della Marca Trevigiana: Banca di Cred. Coop. delle Prealpi di Tarzo, CentroMarcaBanca di Preganziol, BCC
Monastier e del Sile di Monastier, Banca della Marca di Orsago, Cassa Rurale ed Artigiana di Treviso di Istrana, Credito Trevigiano di Vedelago.

“L’osservatorio deve essere una struttura di servizio per l’intera comunità: uno strumento utile alle amministrazioni comunali per fare le loro politiche
giovanili; per le Asl per comprendere al meglio e avere più elementi su tutto l’universo dei ragazzi; per le famiglie, i genitori e le associazioni del volontariato, per
conoscere di più e maggiormente in profondità i nostri ragazzi. Ecco che abbiamo incontrato e avuto il sostegno, su questo percorso, di un soggetto importante per il
nostro territorio: le nostre banche di credito cooperativo, che hanno finanziato la ricerca e che, insieme alla Provincia, credono nell’esigenza di fare cose importanti e concrete
per i nostri ragazzi. Esiste già anche un logo che contraddistingue le iniziative dell’Osservatorio” ha commentato il Presidente della Provincia di Treviso, Leonardo
Muraro.

“L’Osservatorio, inserito nel Piano Strategico, sarà una struttura leggera, senza costi fissi, che avrà come obiettivo l’analisi dell’universo dei
ragazzi: monitorare costantemente il rapporto dei giovani con la società; analizzare le trasformazioni nei valori e nei comportamenti. Quindi, si tratta di uno strumento attivo
che avrà anche la capacità di fornire elementi di supporto per azioni istituzionali concrete. I temi delle ricerche che verranno svolte nel prossimo periodo saranno: il
rapporto dei giovani con il denaro e il consumo (quindi i loro stili di vita) e l’analisi del collegamento dei giovani con le sostanze da sballo: ovvero uso e ruolo nella
‘dimensione valoriale’, con particolare attenzione alla percezione che si ha delle droghe e di chi ne fa uso” ha spiegato l’assessore alle Politiche giovanili,
Barbara Trentin.

Leggi Anche
Scrivi un commento