Terremoto in Cina, migliaia di morti. Crollate scuole e fabbriche

Peggiora di ora in ora il drammatico bilancio del terremoto che ha colpito la Cina con epicentro nella provincia di Sichuan. Sono oltre 8.500 le vittime della scossa di grado 7,8 della scala
Richter ma il bilancio è destinato ad aggravarsi. Centinaia di persone sono rimaste sepolte nel crollo di due fabbriche chimiche a Shifang mentre si continua a scavare sotto le macerie
di alcune scuole nelle quali sono dispersi centinaia di bambini.

La zona dell’epicentro per il momento rimane inaccessiblie, le strade sono impraticabili. Un team di esperti del Dipartimento della Protezione Civile italiana e’ pronto a partire per
partecipare alle operazioni di soccorso.

Leggi Anche
Scrivi un commento