Teramo: il presidente D'Agostino conferma la fiducia all'assessore Sacco

Teramo, 19 Dicembre 2007 – «Nell’Udeur ci sono posizioni diverse e non trovo giusto che i problemi interni di un partito siano scaricati sulla Provincia; è un modo di fare
che i cittadini non tollerano più e che nemmeno io condivido», questa mattina, nel corso di una conferenza stampa che si è svolta nella sala Giunta dell’ente, il presidente
Ernino D’Agostino ha spiegato perché non ci sono le condizioni per la sostituzione dell’assessore alle politiche sociali, Mauro Sacco, con il consigliere Sabatino Marziani, così
come chiesto dalla segreteria regionale dell’Udeur.

«Sul tavolo – ha dichiarato – ho una richiesta della segreteria regionale ma nessuna presa di posizione da parte della segreteria provinciale, organismo al quale per primo devo far
riferimento. Inoltre, mi è stato recapitato un documento sottoscritto da sette esponenti locali dell’Udeur, candidati nelle amministrative del 2004, che confermano la fiducia
all’assessore Sacco. Tutto mi fa pensare che siamo di fronte ad una diversità di opinioni, assolutamente legittima sul piano politico, ma i problemi interni di un partito non possono
essere scaricati sull’istituzione».
Il Presidente, nel confermare, quindi, la fiducia all’assessore Sacco, ha aggiunto che non è un problema di persone: «Ho molta stima del consigliere Marziani al quale mi lega una
lunga e antica amicizia – ha detto – ma siamo di fronte ad una questione squisitamente politica».
Nel corso della conferenza stampa, D’Agostino, ha avuto modo di contestualizzare la sua decisione: «Non ho mai concepito la Giunta come la squadra del Presidente, penso che il governo di
un ente debba essere rappresentativo delle forze della coalizione. Per questo, anche se sul piano personale è stato molto doloroso, sostituii l’assessore Paolo Basilico dando seguito ad
una chiara indicazione della Margherita. Oggi, però, la situazione è completamente diversa».

Leggi Anche
Scrivi un commento