Tasse sui contributi per l'alluvione, Cavallera: «la burocrazia impedisce di risarcire le imprese»

Torino – L’odissea delle aziende alluvionate nel 2000 continua con nuovi, imprevisti colpi di scena, le imprese che erano state obbligate a pagare l’Irap anche sul contributo ricevuto,
quale indennizzo per i danni subiti, avevano ottenuto dalla Regione una decisione riparatoria, che consentiva di recuperare l’Irap versata sui rimborsi alluvionali in forma di credito d’imposta
per l’anno successivo.

Per ottenere quella cifra ogni impresa deve però compilare una domanda su modulo fiscale. La richiesta ancora oggi, tuttavia, non può essere ritenuta valida perché manca
ancora il codice che il ministero delle Finanze doveva fornire per identificare questa tipologia di pratiche.

«Ci troviamo davanti a una situazione surreale – denuncia il consigliere regionale di Forza Italia Ugo Cavallera – in cui non solo chi ha il sacrosanto diritto al rimborso deve sostenere
l’onere di farne richiesta, ma addirittura tutta la procedura viene bloccata da un ritardo burocratico del ministero, che aggiunge ulteriori lungaggini a situazioni ormai aperte da
anni».
Il consigliere Cavallera, che aveva già portato all’attenzione di palazzo Lascaris il paradosso dei contributi alluvionali conteggiati come base imponibile, intervenendo in aula ha posto
in evidenza il nuovo problema, chiedendo alla Giunta di interessarsi per sbloccare le procedure ed erogare i rimborsi dovuti alle aziende alluvionate.

«Aldilà di questo ultimo inconveniente che al danno aggiunge la beffa – conclude Cavallera – la somma rimborsata sarà comunque parziale. Se infatti verrà corrisposto
quanto pagato come Irap sui contributi ricevuti, non verranno comunque restituite le cifre relative alle sanzioni e agli interessi di mora nei confronti delle imprese che, a causa delle
incertezze normative, non hanno pagato l’imposta su indennizzi non ritenuti imponibili. In che modo la Regione intende sollecitare il rimborso di somme non dovute dai contribuenti?».

Leggi Anche
Scrivi un commento