Studio Mario Negri su centro oli di Ortona

Chieti – Il Consorzio Mario Negri Sud, ha completato e ha fatto pervenire lo studio che era stato commissionato dalla Provincia di Chieti, in merito alla ricaduta ambientale
dell’insediamento Eni di Ortona, il Presidente della Provincia, Sen. Tommaso Coletti, ha fatto recapitare una copia al Presidente del Consiglio Provinciale, Agostino Monteferrante ed ai capi
gruppo consiliari, per dare loro l’opportunità di consultarla e approfondirla.

Il Presidente Monteferrante ha affermato che convocherà al più presto la conferenza dei capi gruppo per discutere e fissare la data per un apposito Consiglio Provinciale su questo
argomento.

Lo stesso documento, dopo lo stralcio iniziale, il Sen. Coletti lo ha inviato al Presidente della Giunta Regionale, Ottaviano Del Turco, al quale ha chiesto, già da tempo, anche la
convocazione di un tavolo, con tutti gli attori interessati al Centro Oli di Ortona, .

Lo studio completo redatto dal Mario Negri, conferma quanto evidenziato nella prima sintesi, ovvero che le ricadute di anidride solforosa, di monossido di carbonio e di ossidi di azoto sono
superiori rispettivamente fino a 5, 15 e 20 volte ai valori stimati nello studio d’impatto ambientale, ma che comunque rientrano nei limiti imposti dalle leggi relative alla protezione della
salute. Tali valori però possono subire ulteriori aumenti, con ripercussioni negative sull’ecosistema e sull’agricoltura.
Il Consorzio nelle sue conclusioni consiglia di avviare un confronto tecnico , critico ed informato tra i protagonisti della vicenda; l’acquisizione e la integrazione delle analisi ed una
attività di informazione bilanciata ed adeguata presso le popolazioni interessate.

Leggi Anche
Scrivi un commento