Sospese le nuove regole per il trasporto dei cani in treno

 

Il Gruppo Ferrovie dello Stato ha sospeso l’introduzione delle regole per il trasporto dei cani di media e grossa taglia sui treni. Da domani, data in cui doveva partire la nuova
normativa, continueranno quindi a viaggiare sui treni, senza limitazioni, anche i cani più grandi.

L’ordine di servizio è stato ritirato dopo l’incontro del sottosegretario al Welfare Francesca Martini con l’amministratore delegato di Trenitalia, Vincenzo Soprano, nella
sede dell’ex ministero della Salute. I cani dovranno comunque viaggiare, come prevede la legislazione attuale, con guinzaglio e museruola e sotto la responsabilità dei
proprietari.

Attraverso l’avvio di un tavolo tecnico dedicato, il Ministero ha assicurato un supporto a Trenitalia per risolvere i problemi igienico-sanitario dei vagoni, in particolare
l’invasione di parassiti e, soprattutto, cimici, per garantire l’accesso degli animali sui treni senza trascurare la sicurezza di tutti i passeggeri. L’obiettivo è valutare
congiuntamente il miglior approccio rispetto all’accessibilità degli animali sui mezzi ferroviari, tenendo conto dei migliori esempi europei in questo campo.

“Esprimo enorme soddisfazione per la decisione di Trenitalia – sottolinea il sottosegretario – che ci vede insieme nel perseguire l’obiettivo di tutela del diritto di tanti
viaggiatori che potranno viaggiare con i propri animali, ma anche l’obiettivo comune di tutelare tutti i viaggiatori, garantendo loro sicurezza, igiene, qualità e
salubrità dei vagoni. E’ stata una decisione di buon senso e di grande intelligenza, che ci fa comprendere come il dialogo renda possibile trovare soluzioni”.

Leggi Anche
Scrivi un commento