Siglata l'ipotesi di sequenza contrattuale relativo al personale ATA

Il 28 maggio 2008, l’Aran e CGIL, CISL, UIL, CONFSAL, CGU, FLC/CGIL, CISL SCUOLA, UIL SCUOLA, SNALS-CONFSAL e GILDA/UNAMS hanno siglato l’ipotesi di sequenza contrattuale ai sensi dell’articolo
62 del CCNL 29 novembre 2007 relativo al personale ATA per il quadriennio normativo 2006-2009 e biennio economico 2006-2007.
Il documento, in particolare, ammette i seguenti passaggi interni al sistema di classificazione:
– tra le aree, mediante procedure selettive, previa frequenza di apposito corso organizzato dall’amministrazione;
– all’interno dell’area mediante percorsi di qualificazione ed aggiornamento professionale, ovvero con il possesso dei requisiti culturali e/o professionali richiesti per l’accesso al profilo
professionale cui si chiede il passaggio.

Misure economiche dei parametri per il calcolo dell’indennità di direzione
L’indennità di direzione è rideterminata come segue:
– Tipologia di parametro: Parametro base in misura fissa a decorrere dall’ 1/1/2006
– Misura tabellare annua lorda: ? 1.750,00

Particolari tipologie di istituzioni scolastiche (parte variabile a carico del fondo di istituto)
Valori annui lordi rideterminati a decorrere dal 1/9/2008:

a) azienda agraria

? 1.220,00

da moltiplicare per il numero delle aziende funzionanti presso l’istituto

b) convitti ed educandati annessi

? 820,00

da moltiplicare per il numero dei convitti e degli educandati funzionanti presso l’istituto

c) istituti verticalizzati ed istituti con almeno due punti di erogazione del servizio scolastico, istituti di secondo grado aggregati ed istituti tecnici, professionali e d’arte con
laboratori e/o reparti di lavorazione

? 750,00

spettante in misura unica, indipendentemente dall’esistenza di più situazioni

d) scuole medie, scuole elementari e licei non rientranti nelle tipologie di cui alla lettera c)

? 650,00

 

e) Complessità organizzativa

? 30,00

valore unitario da moltiplicare per il numero del personale docente e ATA in organico di diritto

Requisiti culturali per l’accesso ai profili professionali del personale ATA
– Direttore dei servizi generali ed amministrativi: laurea specialistica in giurisprudenza; in scienze politiche sociali e amministrative; in economia e commercio o titoli equipollenti.
– Coordinatore amministrativo: laurea triennale in giurisprudenza; in scienze politiche sociali e amministrative; in economia e commercio o titoli equipollenti.
– Coordinatore tecnico: laurea triennale specifica.
– Assistente amministrativo: diploma di maturità.
– Assistente tecnico: diploma di maturità corrispondente alla specifica area professionale.
– Cuoco: diploma di qualifica professionale di Operatore dei servizi di ristorazione, settore cucina.
– Infermiere: laurea in scienze infermieristiche o altro titolo ritenuto valido dalla vigente normativa per l’esercizio della professione di infermiere.
– Guardarobiere: diploma di qualifica professionale di Operatore della moda.
– Addetto alle aziende agrarie: diploma di qualifica professionale di:
a) Operatore agrituristico;
b) Operatore agro industriale;
c) Operatore agro ambientale.
– Collaboratore scolastico dei servizi: diploma di qualifica professionale per operatore dei servizi sociali.
– Collaboratore scolastico: diploma di qualifica triennale rilasciato da un istituto professionale, diploma di maestro d’arte, diploma di scuola magistrale per l’infanzia, qualsiasi diploma di
maturità.

Ipotesi di sequenza contrattuale ai sensi dell’articolo 62 del CCNL 29.11.2007
relativo al personale del comparto scuola per il quadriennio normativo 2006-2009 e biennio economico 2006-2007

Leggi Anche
Scrivi un commento