Sequestrati 86mila marchi contraffatti di importanti griffe

Circa 86mila accessori ed etichette con marchi contraffatti di importanti griffe sono stati sequestrati dai militari della Guardia di Finanza della tenenza di Genova-Sestri in due depositi a
Genova, due le persone denunciate per commercio di oggetti recanti marchi contraffatti, un marocchino ed un senegalese, ritenuti tra i principali referenti nell’approvvigionamento di griffe
false, con proiezione nell’intero territorio ligure, in Toscana ed in Lombardia.

I due magazzini, uno in via Prè, nel centro storico del capoluogo ligure, e l’altro nella delegazione di Sampierdarena, sono stati individuati sulla base di un’attenta attività di
intelligence avviata dai finanzieri nel corso di alcuni mesi.

In particolare, le indagini hanno preso il via dal servizio di vigilanza doganale che viene effettuato presso l’aeroporto Cristoforo Colombo sulle merci in transito, distribuite attraverso
corriere espresso. Proprio dall’osservazione dei movimenti delle merci i finanzieri hanno potuto individuare alcune spedizioni sospette, per lo più provenienti da Paesi asiatici e
talvolta dalla zona campana e fiorentina.
Erano poi i due africani denunciati a ritirare e a smistare gli accessori tra i venditori ambulanti abusivi.
Secondo quanto spiegato dai finanzieri, l’operazione dimostra anche «la solidarietà filiale nata tra senegalesi, magrebini e cinesi che tendono a monopolizzare il mercato del falso
nel centro storico di Genova».

Leggi Anche
Scrivi un commento