Sana 2009

Sana 2009

Nel corso dell’incontro con gli operatori del 12 novembre, successivo all’edizione 2008 di Sana, sono emersi alcuni elementi che potrebbero trasformare la fisionomia di Sana secondo le linee
espresse in modo chiaro anche nell’ambito del nostro sondaggio, a partire già dal 2009.

Greenplanet, in esclusiva, è riuscita a raccogliere direttamente dai protagonisti del settore alcune anticipazioni sul futuro della fiera del naturale di Bologna.

A partire dal 2009 Sana potrebbe svilupparsi seguendo due distinte linee. «Il nostro intento è di realizzare una fiera che sia sempre più rispondente alle reali
necessità del mercato», ha precisato Marco Momoli, exhibition director dell’appuntamento bolognese.

Da una parte una manifestazione professionale, accessibile esclusivamente agli operatori del settore e gratuita, dall’altra l’evento aperto invece al pubblico generico – con pagamento di
biglietto d’ingresso – al quale potranno accedere gratuitamente anche gli operatori registrati per la manifestazione business. Il momento business, dedicato agli operatori, potrebbe avere una
durata diversa, più corta, rispetto a quella prevista per l’appuntamento aperto al pubblico generico.

L’organizzazione di Sana nel prossimo periodo valuterà l’opportunità di questa scelta in base anche alle opinioni che raccoglierà dagli espositori, che saranno tenuti anche a
decidere a quale tra i due eventi partecipare.

L’altro elemento di rilievo, riguardo Sana 2009, sarà la programmazione degli eventi ufficiali. L’intenzione è quella di un calendario ridotto ma di alto profilo per
«concentrarsi su poche situazioni di alto livello e di profilo internazionale».

Questo non precluderà, precisa Momoli, la possibilità, per gli espositori, di organizzare i propri workshop ed incontri.

Leggi Anche
Scrivi un commento