Ristrutturazione crediti agricoli, incontro al Mipaaf con banche e Inps

Si è tenuto oggi al Mipaaf un incontro tra rappresentanti delle banche (Unicredit e Deutsche bank) e rappresentanti dell’INPS, alla presenza del Ministro delle Politiche agricole
alimentari e forestali onorevole Paolo De Castro si è effettuata una valutazione dello stato dell’operazione di ristrutturazione dei crediti agricoli e una ricognizione delle prossime
attività da porre in essere per arrivare alla definizione della stessa.

E’ emerso che, anche a seguito delle verifiche e ricognizioni effettuate dall’Inps, l’importo oggetto di ristrutturazione definito è ad oggi superiore a 2,9 miliardi di euro, in un
ambito complessivo di adesioni di oltre 3,1 mld. I debitori che hanno manifestato volontà di aderire alla ristrutturazione hanno iniziato ad effettuare i relativi versamenti e a
completare l’iter previsto per la ristrutturazione. Il termine ultimo per il completamento dell’adesione alla ristrutturazione rimane fissato al 4 febbraio p.v.
Conseguentemente, a partire dal giorno 5 febbraio, coloro che non hanno aderito saranno soggetti nuovamente alle procedure di recupero coattivo da parte di Equitalia, e nei giorni successivi si
procederà anche nei confronti di quegli agricoltori che pur avendo aderito non hanno ancora effettuato il pagamento.

Su invito del Ministro De Castro, in relazione alle zone in cui la massiccia adesione degli agricoltori e delle aziende agricole ha comportato maggiori criticità nella gestione del
processo, le banche si sono dichiarate disponibili ad accettare eventuali pagamenti e relativi completamenti di adesione che dovessero pervenire nella settimana successiva.
Al fine di facilitare il completamento della ristrutturazione da parte di tutti i soggetti che hanno manifestato la volontà di aderire, Deutsche Bank e Unicredit spa si sono dimostrate
disponibili a valutare con la massima celerità tutte le richieste di finanziamento o di rilascio di fideiussione che dovessero pervenire entro i termini. Si ricorda che l’adesione
può essere perfezionata sia mediante pagamento in un’unica soluzione che optando per una dilazione dell’importo dovuto presentando apposita fideiussione. Tale fideiussione può
essere rilasciata da qualunque banca autorizzata in Italia. Inoltre, si precisa che la Situation Room rimarrà aperta 24 ore su 24.

Nel manifestare soddisfazione per i risultati fin qui registrati dall’intera operazione anche grazie all’impegno di tutti i soggetti coinvolti, il Ministro De Castro – sottolineando ancora una
volta che si è trattato di un’operazione totalmente privatistica nella quale il Governo ha avuto un ruolo di moral suasion – invita ora le associazioni agricole ad uno sforzo finale:
«E’ importante proprio in questi ultimi giorni di raccolta adesioni, continuare nell’azione di sensibilizzazione – ha affermato De Castro – Le associazioni, che già tanto ruolo
hanno avuto nel convogliare le informazioni e indirizzare gli agricoltori, possono, alla vigilia della scadenza dei termini, consentire il successo dell’operazione che, archiviando vent’anni di
incertezze, porta migliaia di agricoltori a guardare il futuro con serenità».

Leggi Anche
Scrivi un commento