Nutrimento & nutriMENTE

Riforma vino: per la Coldiretti sullo zucchero niente compromessi

By Redazione

E’ di fondamentale importanza l’eliminazione della pratica dello zuccheraggio per consentire finalmente di avere una univoca definizione di vino comunitario come prodotto agricolo “interamente”
ottenuto dall’uva.

E’ quanto afferma la Coldiretti, in riferimento alla riforma di mercato del settore vitivinicolo, nel sottolineare che l’Italia deve battersi con decisione fino in fondo e ai massimi livelli
istituzionali su questo obiettivo perché è in gioco una componente fondamentale del successo del Made in Italy nel mondo. La Coldiretti accoglie infatti con favore l’eliminazione
delle misure di mercato (distillazioni, stoccaggi, aiuto ai mosti) e dello zuccheraggio proposte dalla Commissione che consentiranno di liberare risorse per rafforzare la competitività
delle aziende vitivinicole e per la promozione sui mercati.

Non si condivide – continua la Coldiretti – l’apertura della Commissione all’autorizzazione di pratiche enologiche non “tradizionali” in quanto il legame con il territorio di produzione
è il principale punto di forza dei vini nazionali e comunitari. Peraltro, la Coldiretti manifesta anche forte opposizione alle richieste dei paesi del nord che vorrebbero chiamare vino
anche quello ottenuto da altri tipi di frutta, come le mele.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: