Rifiuti, a Chiaiano arrivano i tecnici

Domani mattina alle 7 tre tecnici, insieme a cinque esperti indicati dalle municipalità e dai comitati civici, entreranno nella discarica di Chiaiano per iniziare i rilievi che dovranno
terminare nel giro di una ventina di giorni, i comitati cittadini sono spaccati tra chi è a favore e chi è contro e in queste ore stanno decidendo se togliere i presidi
organizzati con i cassonetti ribaltati.

Intanto il ministro dell’Interno Maroni dice no all’impiego dell’esercito nella vicenda rifiuti per motivi di ordine pubblico. L’ azione di polizia e forze dell’ ordine è
sufficiente,dice Maroni, che ammette però che l’ esercito possa presidiare i siti. E da Bruxelles il ministro della difesa rassicura: «L’uso delle forze armate ci sarà solo
se richiesto dal sottosegretario Bertolaso e nei limiti delle loro competenze». Dal leader del pd Veltroni arriva il no all’ uso della forza e un appello al senso di responsabilità
di tutti. Intanto anche l’Unione europea si prepara ad affrontare la questione. Venerdì ci sarà un incontro tecnico con la Commissione europea per presentare le misure
sull’emergenza rifiuti in Campania.

Leggi Anche
Scrivi un commento