Revisione parziale della legge sulla ricerca in Svizzera

Berna – Il Consiglio federale oggi ha dato il via alla procedura di consultazione in merito alla revisione parziale della legge sulla ricerca, che mira principalmente a una
regolamentazione moderna ed esaustiva del promovimento dell’innovazione da parte della Confederazione, la Commissione per la tecnologia e l’innovazione CTI subirà una riorganizzazione e
otterrà maggiore competenza decisionale, la revisione tiene conto di diversi interventi parlamentari.

Il Consiglio federale oggi ha incaricato il Dipartimento federale dell’economia di procedere alla consultazione della revisione parziale della legge sulla ricerca. Grazie alla normativa
rivista, il promovimento dell’innovazione da parte della Confederazione poggerà su una base giuridica moderna e per la prima volta sarà regolamentato in modo esaustivo. Lo
strumento più efficace per il promovimento dell’innovazione resta il sostegno di progetti di ricerca e sviluppo orientati all’applicazione (R&S). Secondo la normativa la Commissione
per la tecnologia e l’innovazione CTI sarà riorganizzata, diventando così una commissione non vincolata da direttive, con competenze decisionali proprie nell’ambito delle domande
di contributi, i quali saranno destinati esclusivamente ai partner universitari.

Il testo di legge rivisto disciplina anche le attività della Confederazione per il promovimento dell’imprenditoria e per lo sviluppo di aziende basate sulla ricerca. Inoltre la
Confederazione è tenuta a promuovere il trasferimento di sapere e tecnologie tra le università e l’economia e la partecipazione a programmi internazionali nell’ambito
dell’innovazione.

La revisione parziale della legge sulla ricerca rimanda alle nuove disposizioni costituzionali sulla formazione del maggio 2006, che sanciscono esplicitamente nella costituzione federale il
promovimento dell’innovazione accanto al promovimento della ricerca. Inoltre essa tiene conto di diversi interventi parlamentari a favore del promovimento dell’innovazione e dell’organizzazione
del CTI. La legge federale del 1954 sulle misure preparatorie intese a combattere le crisi e a procurare lavoro, che fungeva da base giuridica per il CTI, sarà revocata con
l’approvazione del nuovo testo normativo.

Leggi Anche
Scrivi un commento