Resveratrolo: dall’uva una cura per Alzhemier, Parkinson e demenze

Resveratrolo: dall’uva una cura per Alzhemier, Parkinson e demenze

Il resveratrolo: antiossidante presente nell’uva e nel vino rosso può essere la chiave per proteggere il cervello contro Alzheimer, morbo di Huntington, ischemia cerebrale ed altre
demenze.

Questa l’ipotesi di una ricerca (in corso) della Zhengzhou University, diretta dal dottor Boai Zhang
e pubblicata su “Neural Regeneration”.

Gli scienziati hanno lavorato su topi di laboratorio, modificato per sviluppare l’equivalente murino della demenza vascolare umano.

Dopo la somministrazione di resveratrolo, i roditori hanno mostrato più efficienza ed un migliore stato fisico.

Riguardo al primo aspetto, gli animali trattati ottenevano risultati migliori nei test di apprendimento e memoria.

Inoltre, i controlli medici avevano portato alla luce ridotti livelli di malondialdeide (o malonildialdeide, MDA), maggiore attività di superossido dismutasi e più grandi livelli
di glutatione nell’ippocampo e nella corteccia cerebrale: marker biologici che indicano una maggiore funzionalità e salute del cervello.

Secondo il dottor Zhang, tali risultati dimostrano come il resveratrolo possa agire da protettore a livello neurologico, con effetti positivi per le persone affette (od a rischio) di Alzheimer,
morbo di Huntington ed altre forme di demenza.

Perciò, prossimo passo del team universitario sarà verificare l’effetto del resveratrolo su volontari umani.

Matteo Clerici

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore, la redazione e la proprietà, non
necessariamente avallano il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti
accreditate e/o aventi titolo.

Leggi Anche
Scrivi un commento