Nutrimento & nutriMENTE

Prodi annuncia: «con Pd nessun rimpasto»

By Redazione

Roma – “Voglio fare i miei auguri più calorosi a tutti i candidati che si sono spesi per la costruzione di questa grande novità politica, una novità per la quale ho
speso io stesso tutta la mia vita politica” con queste parole il Premier Prodi ha detto in bocca al lupo ai candidati alla segreteria del Pd in vista delle primarie di domenica, sottolineando
ancora una volta quelli che sono stati i punti di partenza e quelli che saranno i punti di arrivo.

Come ha sottolineato il Premier, il nuovo partito avrà il compito “far avanzare ulteriormente il lungo ed entusiasmante cammino” iniziato dal Governo, che “ha rimesso l’Italia nel
cammino dello sviluppo” e che “ha iniziato le necessarie correzioni alle iniquità prodotte dai cinque anni del governo della destra”.
Prodi è anche tornato sul tema dei “rimpasti” e dell’organizzazione del sistema politico, affermando che squadra che vince non si cambia: il governo “non ha bisogno di “rimpasti” per
funzionare – ha annunciato il professore – perché già funziona, anche se trovo giusta ogni iniziativa che ne rafforzi il funzionamento a cominciare dal ripensamento della sua
struttura, così come della struttura di tutti gli organi istituzionali (rappresentativi ed esecutivi) sia a livello centrale che a livello locale”.
Prodi, comunque, ha sottolineato che la riorganizzazione delle strutture è già iniziata “con l’approvazione in Commissione Affari Costituzionali della Camera (con il contributo
forte, convinto e determinato dei parlamentari dell’Ulivo), di un testo di riforma costituzionale tendente a ridurre il numero dei parlamentari, a rafforzare l’esecutivo e, soprattutto, a
creare il Senato delle Regioni, superando così il problema del “bicameralismo perfetto”.
Il lavoro, dunque, “deve continuare, ma “evitando frettolose scorciatoie” e costruendo “un disegno complessivo e completo che adatti la quantità e la qualità degli organi centrali
e locali alle necessità di un paese moderno”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: