Prezzo del latte in Lombardia: «nuovamente interrotte le trattative»

Milano – La trattativa per il rinnovo dell’accordo interprofessionale del prezzo del latte in Lombardia si è nuovamente interrotta.

Nonostante la situazione del mercato nazionale ed internazionale sia estremamente pesante e i consumi siano in calo, le Organizzazioni agricole hanno addirittura rilanciato rispetto alle
proposte già discusse durante le precedenti riunioni, rendendo così vano ogni tentativo di Assolatte di siglare – per il momento – un’intesa per la campagna 2008/2009.

«Non abbiamo compreso le ragioni del comportamento del mondo agricolo – ha dichiarato Giuseppe Ambrosi, presidente di Assolatte. Avevamo proposto un aumento rispetto alla media della
scorsa campagna e garantito un sistema di indicizzazione che assicurava ulteriori aumenti agli agricoltori se la situazione del mercato fosse migliorata. Nei giorni scorsi, sembrava che ci
fosse uno spiraglio per giungere ad un’intesa su queste basi, ma alla riunione di ieri la delegazione agricola è tornata sui propri passi ed ha rilanciato, chiedendo addirittura di
più di quanto avesse fatto durante le precedenti riunioni».

Una situazione paradossale, che ha costretto Assolatte ad abbandonare il tavolo delle trattative
«È un vero peccato che sia andata a finire così e che la rottura ci sia stata proprio nel momento in cui le aziende devono procedere al pagamento del latte consegnato ad
aprile – ha concluso Ambrosi».
In assenza e in attesa di un accordo, le imprese di trasformazione provvederanno a liquidare un prezzo coerente con l’attuale situazione, sperando che nelle prossime settimane si riesca a
riprendere il dialogo, sulle basi di quanto era stato già parzialmente concordato.

Leggi Anche
Scrivi un commento