Prezzi: auspicabile collaborazione di tutta la filieria

In tre punti UnionAlimentari-Confapi (Unione Nazionale della Piccola e Media Industria Alimentare) sintetizza il suo punto di vista circa le azioni di
contenimento prezzi della filiera alimentare.

Il Presidente UnionAlimentari, Renato Bonaglia: «Il sistema agroalimentare ha dimostrato grande prova di responsabilità collaborando
fattivamente
per ridurre l’impatto che gli aumenti dei costi di produzione potevano avere sul consumatore finale. Industria alimentare, Organizzazioni Agricole e Distribuzione
Organizzata, coadiuvati dalle istituzioni, si sono interfacciate per giungere a soluzioni condivise. Prova ne è che l’incremento dei prezzi al consumo è assolutamente
circoscritto rispetto agli effettivi rincari
avvenuti a monte».

«Non abbiamo, però, riscontrato uno sforzo analogo da parte delle altre variabili che influiscono a determinare il prezzo finale: energia, carburanti e tariffe
obbligate viaggiano incontrastati sui loro binari
».

Infine, è di questi giorni la notizia che la Grande Distribuzione Organizzata inserirà volontariamente un paniere di prodotti regolarmente in promozione:
«UnionAlimentari auspica che tale azione si svolga secondo un senso responsabile. I tagli prezzo che si avranno sullo scaffale, cioè,
non dovranno gravare ulteriormente sull’industria di trasformazione che già contribuisce consistentemente alle attività promozionali e che, ricordo, sta mettendo in campo tutte le
sue forze nello spazio di competenza per salvaguardare il potere d’acquisto del consumatore».

Produzione primaria, industria di trasformazione, e distribuzione organizzata devono continuare a collaborare per contribuire insieme alla creazione di valore per il consumatore. Ciò nel
pieno rispetto dei ruoli. Solo in questo modo la crescita economica ripartirà con slancio e garantirà un beneficio per l’intero sistema paese.

Leggi Anche
Scrivi un commento