Polemiche per le frasi violente di Bossi contro le schede elettorali

«Per fermare i romani che hanno stampato queste schede elettorali-porcata, se necessario potremmo anche imbracciare i fucili» l’ultimo richiamo alle armi di Umberto Bossi va in
scena a Verbania, a proposito della presunta confusione delle schede elettorali.

«Contro la canaglia centralista romana che sta facendo apposta a impedire il voto – spiega il leader della Lega Nord – potremmo imbracciare i fucili». «I comunisti – conclude
Bossi – non sono cambiati sono canaglie antidemocratiche. Abbiamo anche mandato a dire al presidente della Repubblica di darci un’occhiata».

Dura la reazione del segretario del Pd: «Voglio sapere da chi si candida a governare il paese se una persona che dice queste parole può essere il ministro delle Riforme».
Berlusconi, invece, minimizza: «Bossi lo conosciamo da tempo e sappiamo che usa a volte un linguaggio paradossale e metaforico».

Leggi Anche
Scrivi un commento