Piano promozionale 2008 Toscana

Firenze, 4 Ottobre 2007 – Sostenere e incrementare l’export toscano, è questo l’obiettivo di fondo che accomuna le 193 iniziative in cui si articola il Piano promozionale 2008 e
verso cui tenderanno i 12,5 milioni di euro a disposizione, suddivisi in tre macro aree (agricoltura, piccola e media impresa e artigianato, turismo) e in una quarta intersettoriale, i progetti
sono finalizzati a ottenere risultati comuni: la conquista di nuove quote sui mercati internazionali, l’aumento del numero di imprese esportatrici, la crescita degli investimenti in entrata e
in uscita.

Pmi e artigianato Moda e oreficeria, meccanica e casa-ambiente: sono questi i tre settori dell’industria toscana su cui si focalizzeranno le 73 azioni di promozione previste per un investimento
totale di 3milioni e 500mila euro. Per la moda e l’oreficeria le azioni di marketing, di promozione, di attivazione di nuove collaborazioni saranno rivolte ai mercati europei americani, russi,
di Giappone e Emirati Arabi. La promozione dell’area ‘meccanica’ (dalla nautica da diporto alla meccanica di precisione sino alla meccanica automotive) sarà rivolta prevalentemente
all’area europea mentre per Casa-ambiente l’azione di internazionalizzazione con attenzione al settore del mobile a quello dell’arredo e al lapideo si svilupperà sui mercati europei e
americani. Il complesso di azioni sarà volto a confermare la fase di rilancio dell’export toscano il cui tasso di crescita nel 2006 è stato del 12% (dati Irpet).

Agroalimentare Quasi 2 milioni di euro per realizzare 39 azioni promozionali. Con questo budget ci si muoverà principalmente in due direzioni: la creazione di nuovi contatti con
operatori di catene specializzate, della grande distribuzione e della grande ristorazione per ‘spingere’ le produzioni toscane; la promozione del marchio Toscana e dei suoi prodotti su media
specializzati . Ai fini dell’internazionalizzazione saranno messi a disposizione delle imprese servizi di consulenza legale e doganale, oltrechè corsi di formazione all’export. Una
particolare attenzione sarà rivolta alla promozione dei prodotti di qualità: è grazie soprattutto a questi prodotti che l’export del settore è tornato a crescere
( 11,8% nel 2006 secondo i dati del rapporto Irpet-Arsia).

Turismo Proseguire il trend di rilancio del settore che nel 2006 ha toccato il record di presenze (41,1 milioni, con un 7,6%, secondo i dati dell’Osservatorio regionale) e, quindi, favorire la
distribuzione dei flussi. E’ a questi obiettivo di fondo che si indirizzano i 2 milioni e 650mila euro previsti, distribuiti in 45 iniziative. La promozione punterà sulla valorizzazione
di 8 prodotti turistici tematici capaci di rappresentare i vari aspetti della nostra regione (dal Balneare a Natura e sport, da terme e Benessere a arte e cultura, dal turismo scolastico a
quello enogastronomico, dal turismo d’affari a quello al femminile). Per quanto riguarda i mercati oltre a quelli tradizionali (Ue, Usa e Giappone) si punterà ad azioni di marketing
verso Paesi emergenti come Cina, India e Russia.
Intersettoriale
Sono previste anche 36 azioni di promozione a carattere intersettoriale: i 2milioni e 500mila euro serviranno, tra l’altro, al potenziamento delle attività di comunicazione e promozione
e dell’attività di servizio alle imprese.

Massimo Orlandi

Leggi Anche
Scrivi un commento