Parte il confronto tra Ministri su energia e prezzo petrolio

I ministri dell’Energia dei grandi paesi produttori come quello dell’Arabia Saudita Ali Al- Naimi, degli Emirati Arabi Mohamed Bin Dhaen Al-Hamili, dell’Iran Gholamhossein Nozari, dell’Iraq
Hussain Al-Shahristani, del Qatar Abdallah Bin Hamad Al-Attiyah, della Federazione russa Viktor Khristenko e del Venezuela Rafael Ramirez Careno, personalità di spicco come il Segretario
generale dell’Opec Abdallah Salem El-Badri, il numero uno dell’International Energy Agency Nobuo Tanaka e diversi ministri europei tra cui il francese Jean-Louis Borloo e il britannico Malcolm
Wicks.

Saranno tra i big dell’energia che si riuniranno a Roma, da domenica 20 a martedì 22 aprile, quando la capitale ospiterà il terzo Energy Business Forum e l’undicesimo
International Energy Forum.

In un momento di massima tensione sui mercati internazionali, con le quotazioni del barile di petrolio in costante crescita e le preoccupazioni per il tema della sicurezza energetica,
più di 500 delegati tra ministri, rappresentanti e osservatori delle istituzioni internazionali, manager delle più grandi imprese internazionali del settore si siederanno intorno
ad un tavolo per fare il punto della situazione. Al centro dei lavori – che si svolgeranno a porte chiuse presso l’Hotel Hilton – la disponibilità delle risorse energetiche, il nodo
degli investimenti infrastrutturali, le ricette per un futuro sostenibile, la sicurezza degli approvvigionamenti e il dialogo tra paesi produttori e paesi consumatori.

Molte, quindi, le personalità di spicco che prenderanno parte al Forum, dove saranno accolte dal presidente del Consiglio Romano Prodi, dal ministro degli Esteri Massimo D’Alema e dal
ministro dello Sviluppo economico, Pierluigi Bersani. Molto folta anche la rappresentanza delle imprese del settore, a partire da quelle italiane, Eni, Enel, Edison e Terna, sponsor
dell’evento. Saranno presenti gli a.d. Paolo Scaroni, Fulvio Conti, Umberto Quadrino. L’evento prenderà il via domenica 20 aprile con i lavori dell’International Business Forum (IEBF),
al quale parteciperanno i numeri uno delle major petrolifere ed energetiche del mondo.

Il lunedì sarà invece il turno dei ministri, che si concentreranno sulla valorizzazione della disponibilità delle risorse energetiche e sulle garanzie per gli investimenti
energetici. Al centro del tavolo martedì il percorso per un futuro sostenibile e una sessione intitolata «Lo IEFS per la sicurezza energetica globale e il dialogo», in cui si
discuterà di come migliorare la cooperazione tra Paesi produttori e consumatori e l’informazione e la divulgazione dei dati del settore energetico per una maggiore stabilità del
mercato.

Leggi Anche
Scrivi un commento