Olio d’oliva di qualità: Accordo tra Parco Tecnologico Padano e Greenup

Olio d’oliva di qualità: Accordo tra Parco Tecnologico Padano e Greenup

L’olio di qualità è merce rara e riconoscerlo è un’arte che richiede molta scienza, per questo Greenup, una società di Gino Celletti da anni attiva nel settore dell’olio da olive monocultivar, era alla ricerca di un partner tecnico‐scientifico che collaborasse ad affermare il grande valore salutistico dell’olio, ma anche a valorizzare l’ olio nel suo impiego edonistico giornaliero, promuovendolo nel grande circuito mondiale.

“Il Parco Tecnologico Padano – spiega Gino Celletti, amministratore delegato di Greenup – è l’interlocutore ideale per la nostra azienda che era alla ricerca di una partnership forte e riconosciuta che ci desse non solo supporto per il riconoscimento della qualità dell’olio, ma anche che ci aiutasse a difenderlo dalle frodi e a promuoverne  il suo corretto uso a tavola, esaltandone il suo grande valore salutistico”.

“Con Greenup – ha commentato Gianluca Carenzo, direttore generale del Parco – abbiamo voluto non solo mettere a disposizione le nostre competenze per riconoscerne la qualità, cosa che abitualmente facciamo nei nostri laboratori, dove certifichiamo ad esempio con il marchio DNAControllato, ma anche lavorare insieme a Greenup per promuovere le sue strategie verso gli operatori del settore ed il grande pubblico”.

L’accordo ora permetterà a Greenup di utilizzare le strutture e le competenze del Parco per analisi, corsi di formazione, eventi e anche per organizzare panel ufficiali di assaggiatori in cui premiare i migliori oli d’oliva di tutto il mondo.

Primo appuntamento per i super esperti il prossimo 29 marzo a Cascina Codazza.

Redazione Newsfood.com

Leggi Anche
Scrivi un commento