Nella scelta dello spuntino, la presentazione del cibo conta più della desiderio

Nella scelta dello spuntino, la presentazione del cibo conta più della desiderio

Quando decidiamo di fare merenda, tale decisione non è del tutto libera. La scelta di che cibo mangiare in tale occasione, oltrechè dalla volontà e dal gusto personale,
è influenzata da come gli alimenti vengono presentati.

Ad affermarlo, uno studio dell’Università di Miami, coordinato dal professor Juliano Laran e pubblicato dal “Journal of Costumer Research”.

La squadra del dottor Laran ha lavorato con alcuni volontari. Inizialmente, essi venivano messi di fronte a pubblicità alimentari basate o sul controllo o sull’indulgenza;
successivamente, potevano decidere cosa consumare. I ricercatori hanno così notato come gli individui che avevano visionato videoclip ispirati all’indulgenza erano più inclini a
scegliere uno snack goloso da consumare subito e uno spuntino salutare da consumare poi, mentre il contrario è avvenuto per le persone sottoposte ai filmati che rimandavano
all’autocontrollo.

Spiega Laran: “Il tipo di informazioni utilizzate negli spot dei prodotti, self-control o indulgenza, possono influenzare le decisioni per il futuro. Quando i clip si basano sull’autocontrollo,
le decisioni sono virtuose nel breve termine, mentre le decisioni per il futuro saranno indulgenti. E viceversa. Questo risultato nasce dal bisogno delle persone di equilibrare i comportamenti
eseguiti nel presente con i comportamenti che saranno realizzati in futuro”.

Matteo Clerici

Leggi Anche
Scrivi un commento