Natura delle quote contributive per la previdenza complementare a carico del datore di lavoro

Il Ministero del Lavoro, con nota n. 11 del 2 maggio 2008, ha risposto all’istanza di interpello avanzata dal Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro per avere chiarimenti in
merito alla natura delle quote contributive destinate al finanziamento delle forme pensionistiche complementari, diverse dal conferimento del TFR maturando.
Il quesito, inoltre, verte sull’obbligatorietà o meno del versamento delle contribuzioni a carico del datore di lavoro dai contratti e accordi collettivi anche nei confronti di datori di
lavoro non iscritti all’Organizzazione sindacale stipulante gli stessi accordi istitutivi.
Il Ministero ha ricordato che, stante alla giurisprudenza, i versamenti datoriali ai fondi di previdenza complementare, ove previsti dal contratto collettivo o individuale applicato al
lavoratore, hanno natura retributiva poiché tali somme (che vengono erogate solo ai lavoratori che si avvalgono della previdenza complementare e che versano a loro volta il relativo
contributo) costituiscono forma di integrazione della retribuzione, continuativa e non occasionale, comunque collegata alla sussistenza e allo svolgimento del rapporto di lavoro.
Le quote a carico del datore di lavoro, inoltre, hanno struttura contributiva, poiché rappresentano l’oggetto del rapporto debitorio che intercorre tra il datore di lavoro e il Fondo
creditore erogatore delle prestazioni.
In merito all’obbligatorietà del versamento da parte del datore di lavoro non iscritto al sindacato che ha stipulato gli accordi istitutivi dei Fondi, infine, il Ministero ha stabilito
che, “esclusa la sussistenza dell’obbligo contributivo [?], detto obbligo permane nei confronti dei datori di lavoro i quali, ancorché non iscritti all’Organizzazione stipulante, diano
concreta applicazione al contratto collettivo istitutivo del Fondo a cui il lavoratore risulti iscritto”.

Ministero del Lavoro, interpello n. 11 del 2 maggio 2008

Leggi Anche
Scrivi un commento