Nasce LA POSTA DE' CAVALIERI

E’ una piacevole sorpresa, quella che aspetta il pubblico gourmet dal 13 novembre, alle porte di Napoli. All’interno delle antiche scuderie della settecentesca Villa Bruno di San Giorgio a
Cremano, il Gruppo SIRE inaugura il Centro di Cultura Enogastronomica “La Posta de’ Cavalieri”.

Un ritrovo unico nel suo genere, che si distingue nel panorama della ristorazione nazionale, nato per promuovere la tradizione culinaria napoletana di fine ‘700-inizio ‘800 e dove l’interesse e
l’attenzione sono rivolti ai temi della valorizzazione della cultura enogastronomica del territorio. L’ambiente, la cura nell’accoglienza e il gusto, ma anche l’elevata professionalità,
dimostrano come la grande ristorazione a Napoli e dintorni, riservi ancora gradevoli sorprese.

L’ambiente. Il progetto, grazie ad un sapiente lavoro di architettura e design curato dallo studio Tre D di Napoli, ha previsto arredi, soluzioni architettoniche e colori perfettamente
integrati con lo stile dell’antica villa vesuviana, attrezzature e installazioni tra le più avanzate dal punto di vista tecnologico e del design. Il motivo che caratterizza spazi e
percorsi è quello del Vesuvio e delle atmosfere che evoca attraverso colori, forme e materiali. L’ambiente ricco di luci e prospettive, caldo e sontuoso, è in grado di offrire
suggestioni e piacevoli effetti scenografici, capaci di catturare l’attenzione dell’ospite e condurlo in un’atmosfera raffinata e d’altri tempi, ma molto accogliente. La cucina. Particolarmente
curata, propone prevalentemente i piatti di terra della tradizione vesuviana, con gustose variazioni sul tema, selezionando le migliori qualità di carne: razze rosse regionali quali la
Podolica, i suini casertani e l’agnello di Laticauda. I pesci poveri ma di antica tradizione come il baccalà, il meglio del pesce azzurro e del pescato del golfo saranno i protagonisti
del menu soprattutto nel week end. Frattaglie, soffritto, braciole di cotiche, minestra maritata e sartù, si mescolano con la cucina aristocratica ispirata alle ricette di Ippolito
Cavalcanti e di Vincenzo Corrado, dove estro e tecnica sottolineano le capacità di una giovane e promettente brigata di chef molto preparata, capitanata da Pino Nuzzo. Le degustazioni.
Nell’area dedicata alle degustazioni, saranno sempre in bella mostra in una vetrina a vista, salumi e formaggi serviti con composte e mieli, accompagnati da una selezione di vini al bicchiere.
La cantina. La carta dei vini curata da Antonio Basile, responsabile della struttura, offre le migliori etichette regionali evidenziando le più prestigiose realtà del territorio e
ponendo una particolare attenzione alle principali D.O.C. campane.

Un luogo ideale dove rilassarsi e trascorrere un piacevole viaggio nel tempo e nel gusto.

Lunedì 12 novembre dalle 19 alle 23, grande serata a invito per l’apertura ufficiale de La Posta de’ Cavalieri, che accanto al Goethe Cafè (anch’esso gestito dal Gruppo SIRE
sempre all’interno di Villa Bruno), è parte integrante di un progetto di sviluppo che interessa tutto il territorio e che rappresenta una positiva esperienza di gestione pubblico/privata
di un grande contenitore culturale, luogo di eccellenze.

Leggi Anche
Scrivi un commento