Medicinali da banco: prezzi fermi e più trasparenza per i cittadini

E’ positivo il bilancio sui costi dei medicinali da banco, questo è quanto emerso dall’incontro tra Mr Prezzi, i rappresentanti del Ministero della Salute, Associazione industrie,
Farmindustria e Associazione parafarmacie e automedicazione.

«Per i medicinali da banco -afferma Lirosi- i prezzi sono sostanzialmente fermi e non ci sono aumenti al consumo statisticamente significativi».
Il merito di tale risultato, secondo il Garante, va attribuito al crescente livello di concorrenza prodotto dalla legge Bersani. «Grazie al processo di liberalizzazione – ha dichiarato
Lirosi – si è favorita l’imprenditoria ed anche l’occupazione tra i giovani laureati». Infatti, in base alle stime riportate, sono stati creati 2.223 negozi per la vendita di tali
prodotti.

Lirosi, tuttavia, ha anche riportato la preoccupazione espressa da molti cittadini circa la scarsa trasparenza sui costi dei medicinali. A tale proposito, il garante, nel ribadire
l’obbligatorietà dell’indicazione del prezzo sui prodotti da banco, ha annunciando una nuova inziaiativa in accordo con le farmacie. Presto, gli esercizi commerciali si impegneranno a
esporre nei punti vendita un listino contenente l’importo dei prodotti di largo consumo, per far sì che il cittadino possa confrontare i costi e acquistare quindi con la massima
consapevolezza e trasparenza.

Leggi Anche
Scrivi un commento