Lunedì 21 «gionata del benessere dello studente»

Milano – «Lunedì a scuola, come merenda, una mela, una pera o delle carote» a lanciare la proposta è Viviana Beccalossi, vicepresidente e assessore regionale
all’Agricoltura, in vista della «Giornata del Benessere dello Studente», un’iniziativa prevista del Piano nazionale del ministero dell’Istruzione e promossa in Lombardia
lunedì 21 aprile dall’assessorato regionale all’Agricoltura e dall’Ufficio Scolastico Regionale.

«Sarebbe un segnale importante da trasformare poi in una sana consuetudine – aggiunge la vicepresidente Beccalossi -. La corretta alimentazione è fondamentale per i nostri figli.
Li aiuterà a vivere meglio e guardare al futuro con meno preoccupazioni».
Un ragionamento, quello di Viviana Beccalossi, supportato dagli elementi preoccupanti che riguardano, ad esempio, il problema dell’obesità infantile. Da una ricerca effettuata su bambini
di 8/9 anni è risultato che il 24% di essi è sovrappeso e il 13% è obeso.

Dato quest’ultimo che in Lombardia si riduce al 7% (il più basso a livello nazionale) rispetto al record negativo del 16% rilevato in Campania.
Lunedì, dunque, per l’intera giornata, l’auditorium Gaber del palazzo della Regione (ingresso in piazza Duca d’Aosta) si trasformerà in una palestra di idee e di confronto per
dirigenti scolastici, docenti, medici, esperti della materia e studenti che ragioneranno sul concetto di benessere a scuola.
«Che – conclude la vicepresidente Beccalossi – deve essere inteso, non solo in relazione alla salute, ma a tutto campo. Con il significato di star bene con il proprio corpo, star bene con
la propria mente e star bene con gli altri, per crescere insieme e condividere conoscenze, traguardi e valori comuni».
Al Gaber saranno presentati progetti realizzati da Regione Lombardia e dalle Province di Bergamo, Como, Pavia, Mantova e Cremona sulle tematiche della corretta alimentazione.

L’assessorato all’Agricoltura lancia anche il concorso «Alimenta il tuo movimento» riservato alle scuole lombarde e i cui contenuti sono specificati nel sito www.buonalombardia.it.

Leggi Anche
Scrivi un commento