Luca Zaia premia il formaggio Monte Veronese a Caseus Veneti

Luca Zaia premia il formaggio Monte Veronese a Caseus Veneti

Alla manifestazione inaugurata alla presenza del ministro dell’agricoltura Luca Zaia e del vicepresidente della Regione del Veneto Franco Manzato hanno aderito più di 80 aziende venete per
un totale di 344 formaggi, sia di montagna che di pianura. Una testimonianza della voglia di fare gruppo in un momento così difficile, ma anche della disponibilità a mettersi in
gioco sul tema della qualità.

Hanno fatto squadra anche i produttori di formaggio veronesi che si sono portati a casa 14 medaglie. Nell’ordine i vincitori sono per la categoria Monte Veronese DOP fresco l’oro è andato
al caseificio Menegazzi di Erbezzo, l’argento a Gugole Dario di San Giovanni Ilarione e il bronzo alla Casara di Roncà. Nella categoria Monte Veronese DOP d’allevo mezzano l’oro va a Velo
Veronese al caseificio Achille di Dalla Valentina, l’argento nuovamente a Gugole Dario e il bronzo alla Casearia Albi di Velo Veronese. Nella categoria del Monte Veronese DOP vecchio (oltre un
anno di stagionatura) trionfo di Gugole Dario che si aggiudica l’oro, l’argento va alla Casearia Albi e il bronzo al caseificio Achille di Dalla Valentina. Le altre medaglie veronesi sono andate
al caseificio Lessini di Roverè Veronese e a Gugole Dario che si sono aggiudicati rispettivamente l’argento e il bronzo nella categoria dei formaggi aromatizzati (pepe e
peperoncino).

Il Caseificio Coop. 8 Marzo di Sant’Ambrogio porta a casa il bronzo nella categoria aromatizzati (speziati). Si distingue per la categoria Grana Padano DOP il Caseificio San Girolamo di
Villafranca che si porta a casa 2 medaglie l’argento e il bronzo per quello stagionato oltre 20 mesi. “La prima edizione di Caseus Veneti, lo dico con un filo di orgoglio, è nata a Verona
in occasione delle Olimpiadi dei formaggi di montagna e sono molto fiero che ora la Regione Veneto la faccia rivivere ogni anno in una provincia diversa”, sottolinea Ezio dalla Valentina,
presidente del Consorzio per la tutela del formaggio Monte Veronese e aggiunge “Crediamo che fare una promozione intelligente del nostro prodotto possa esorcizzare la crisi che sta attraversando
il nostro settore”.

Il tema dello sviluppo del settore ha tenuto banco anche negli interventi del vicepresidente della Regione del Veneto Franco Manzato e del Ministro alle Politiche Agricole Luca Zaia. Ognuno ha
sottolineato gli strumenti e le iniziative in corso, su entrambi i fronti, nazionale e regionale, per aiutare i produttori a uscire dalle difficoltà. Da
un lato Manzato ha sottolineato le attività di promozione in calendario nei prossimi mesi, in modo particolare la promozione del “prodotto veneto” fatto di turismo, cultura ed
enogastronomia. Dall’altra parte il Ministro Zaia, dopo aver ricordato l’importanza che il settore caseario rappresenta, (75% del latte italiano che diventa formaggio, un valore di 14 miliardi di
euro, il 13% del valore dell’intero agroalimentare) ha voluto rassicurare i produttori su come l’Italia, nella battaglia a livello comunitario, abbia l’obiettivo di scegliere un nuovo commissario
che sia attento alle esigenze del comparto.

La manifestazione è stata promossa dalla Regione del Veneto e organizzata dall’Associazione Produttori Latte del Veneto.

Leggi Anche
Scrivi un commento