Lombardia: credito artigiano, la gestione da Artigiancassa a Finlombarda

Milano, 11 Ottobre 2007 – Un passaggio di consegne tra due ottimi gestori, Artigiancassa, che ha gestito le risorse regionali per il credito agli artigiani dal 2000 al 30 giugno scorso,
e Finlombarda, rappresenta in primo luogo la continuità dell’attenzione e degli investimenti di Regione Lombardia al mondo dell’artigianato».

L’assessore all’Artigianato e Servizi, Domenico Zambetti, ha così sintetizzato l’esito dell’incontro che ha sancito il passaggio della gestione delle iniziative regionali in materia da
Artigiancassa a Finlombarda.

In sostanza, «come prima, anzi più di prima – ha commentato l’assessore Zambetti – perché il testimone viene passato a Finlombarda, la Società Finanziaria regionale,
che diventa il nuovo gestore, con un aumento delle disponibilità e con alcune innovazioni che renderanno ancor più frequente il ricorso al credito agevolato di questo
settore».
Ad oggi hanno già aderito per l’attuazione delle nuove misure del credito 57 tra Istituti bancari e di Leasing, praticamente tutti gli operatori del credito lombardi.

Poche cifre in proposito, ma significative: dall’inizio del 2005 al settembre del 2007 la Regione ha sostenuto il credito agli artigiani con una massa di contributi pari a 37 milioni di euro e
si stima che siano 2.800 i nuovi posti di lavoro nelle imprese creati grazie al ricorso al credito agevolato.
Il moltiplicatore finanziario dei contributi è di 1/25, ha cioè generato un volume di investimenti nelle imprese pari a 25 euro per ogni euro investito dalla Regione. E le
prospettive per il futuro sono altrettanto positive.
«Con i nuovi meccanismi – ha concluso Zambetti – vogliamo garantire un percorso sempre più semplice per le pratiche di finanziamento delle imprese e questo vale anche per le 1.747
domande già presentate nel mese di giugno e che non subiranno alcun ritardo nella trattazione».

Leggi Anche
Scrivi un commento