Lavoro, Damiano: «ridurre durata apprendistato»

Il governo intende affrontare il tema dell’ apprendistato e ridurne la durata, è quanto ha dichiarato il ministro del Lavoro Cesare Damiano, a margine della presentazione di una ricerca
sull’ occupazione e le forme di lavoro precario, sottolineando che l’apprendistato ”è una forma importante e vitale che va ricondotta alla sua funzione originaria” e quindi va
utilizzato per un tempo congruo.

”Un apprendistato che può arrivare a sei anni – ha detto Damiano- e’ troppo lungo”. Tra i dati presentati oggi, emerge che gli apprendisti nel 2006 erano oltre 589 mila e risultavano i
lavoratori che restavano per più tempo in una condizione di precarietà. Dopo 36 mesi gli apprendisti restavano in una situazione di lavoro temporaneo nel 36,2% dei casi contro una
media di lavoratori a termine nella stessa condizione dopo 36 mesi del 25,8%.

”Ci ha sorpreso – ha affermato Damiano – il dato relativo all’ apprendistato. Se infatti nel lavoro a termine in generale l’Italia con 2,7 milioni di lavoratori e l’11,8% sul totale dell’
occupazione e’ al di sotto della media europea, diversa e’ la situazione per quanto riguarda l’apprendistato e il lavoro nero.

”Sull’ apprendistato – ha concluso il ministro del Lavoro – c’e’ una delega nel protocollo per affrontare l’argomento.
E’ una materia concorrente con le Regioni. Vogliamo intervenire e garantire che l’utilizzo di questo strumento sia corretto. Non e’ corretto usare gli apprendisti per il lavoro stagionale per
tre mesi, ci deve essere un contenuto di formazione”.

Lavoro, Damiano: «ridurre durata apprendistato»

Il governo intende affrontare il tema dell’ apprendistato e ridurne la durata, è quanto ha dichiarato il ministro del Lavoro Cesare Damiano, a margine della presentazione di una ricerca
sull’ occupazione e le forme di lavoro precario, sottolineando che l’apprendistato ”è una forma importante e vitale che va ricondotta alla sua funzione originaria” e quindi va
utilizzato per un tempo congruo.

”Un apprendistato che può arrivare a sei anni – ha detto Damiano – e’ troppo lungo”.
Tra i dati presentati oggi, emerge che gli apprendisti nel 2006 erano oltre 589 mila e risultavano i lavoratori che restavano per piu’ tempo in una condizione di precarietà. Dopo 36 mesi
gli apprendisti restavano in una situazione di lavoro temporaneo nel 36,2% dei casi contro una media di lavoratori a termine nella stessa condizione dopo 36 mesi del 25,8%.

”Ci ha sorpreso – ha affermato Damiano – il dato relativo all’ apprendistato. Se infatti nel lavoro a termine in generale l’Italia con 2,7 milioni di lavoratori e l’11,8% sul totale dell’
occupazione e’ al di sotto della media europea, diversa e’ la situazione per quanto riguarda l’apprendistato e il lavoro nero.

”Sull’ apprendistato – ha concluso il ministro del Lavoro – c’e’ una delega nel protocollo per affrontare l’argomento.
E’ una materia concorrente con le Regioni. Vogliamo intervenire e garantire che l’utilizzo di questo strumento sia corretto. Non e’ corretto usare gli apprendisti per il lavoro stagionale per
tre mesi, ci deve essere un contenuto di formazione”.

Leggi Anche
Scrivi un commento