La solidarietà di Martini a de Bortoli e Amadore

Firenze – «Minacce gravissime e vili che trovano la loro origine nel coraggioso e fermo impegno del Sole-24 Ore contro gli interessi criminali della mafia. A Ferruccio de Bortoli e
a Nino Amadore va tutta la mia solidarietà e quella della giunta regionale».

Così il presidente della Toscana, Claudio Martini, commenta la notizia delle pesanti intimidazioni subite dal direttore e dal giornalista della testata milanese: a de Bortoli è
stata indirizzata una busta contenente due proiettili, mentre ad Amadore è stata gravemente danneggiata l’auto.

«Questi gesti – prosegue Martini – contengono un evidente messaggio rivolto non solo al coraggioso e fermo impegno del Sole-24 Ore a contrasto delle mafie ma, più in generale,
contro quella libertà di stampa che della criminalità organizzata è nemico assoluto. Mi auguro – conclude il presidente – che le autorità giudiziarie e di polizia c!
hiarisca no al più presto l’episodio».

Alessandro Federigi

Leggi Anche
Scrivi un commento