La FIDA risponde alle Associazioni dei Consumatori: «più responsabilità in certe dichiarazioni»

«Con un’ economia in forte rallentamento, il crollo dei consumi degli ultimi mesi il settore della distribuzione sta affrontando una stagione molto difficile e non ha certo avuto
atteggiamenti di tipo speculativo, i dati sull’inflazione dimostrano anzi che tutto il settore ha contribuito a contenere il rialzo dei prezzi» questo il commento di Dino Abbascià
Presidente della Fida- Confcommercio, Federazione italiana dettaglianti dell’alimentazione.

«E quindi, a fronte di questo quadro, risultano inaccettabili e ingiustificati gli attacchi sistematici e quotidiani delle associazioni dei consumatori che, usando statistiche prive di
qualsiasi attendibilità scientifica screditano il ruolo economico e sociale del commercio.

Alle associazioni dei consumatori chiediamo di evitare inutili allarmi e di avere un atteggiamento di responsabilità perché l’impoverimento delle famiglie non è certo dato
dall’aumento dei prezzi ma dal minor reddito disponibile a causa dell’aumento della pressione fiscale e delle spese fisse come luce , gas, affitto e assicurazioni etc?»

Leggi Anche
Scrivi un commento