Inflazione: Isae, salirà al 2,1% nel 2008

Roma – La dinamica dei prezzi al consumo si attesta all’1,8% nel 2007 e si porta nuovamente al 2,1% nel 2008, risentendo anche delle conseguenze delle maggiori pressioni petrolifere,
queste le stime sull’inflazione contenute nella nota di ottobre dell’Isae, che sottolinea che «il divario con l’area euro e’ marginalmente favorevole all’Italia nell’anno in corso e
praticamente nullo nel 2008».

«A valle c’e’ una forte presenza speculativa ma se i possessori di materia prima decidessero di stroncare le speculazioni probabilmente ci riuscirebbero».

A commentare i dati sul rialzo del prezzo del petrolio e le possibili tensioni inflative è Pasquale De Vita, presidente di Unione Petrolifera, in merito all’andamento al rialzo del
prezzo del petrolio e delle speculazioni in atto sul mercato.
Da parte dei paesi produttori, aggiunge, «mi pare che non ci sia nessuna intenzione di intervenire per aumentare la produzione» che permetterebbe di calmierare i prezzi. Comunque,
sottolinea De Vita, «resta difficile fare previsioni» sull’andamento del prezzo del petrolio. «E’ difficile prevedere quello che potrà succedere».

Leggi Anche
Scrivi un commento